Tante le iniziative e i presepi in mostra nei vari comuni della Basilicata

Il presepe chiama gli uomini del nostro tempo a riscoprire la bellezza della condivisione e della solidarietà, soprattutto, elargisce un profumo forte e deciso di aggregazione verso la tradizione popolare italiana soprattutto del sud Italia. La Pro Loco di Rivello, capofila del progetto, in collaborazione con le Pro Loco di Lauria, Maratea, Lagonegro, Nemoli, Sapri, Pertosa, Padula, Roscigno e con le associazioni Kaleidoscopio, Tipico Rivello, APS Skidros sparta/timpone, Amici del Presepio di Padula, hanno pensato, attraverso una decisa sinergia, di promuovere e valorizzare il proprio territorio, con il progetto “I presepi raccontano la Lucania antica”.L’impegno ha l’obiettivo di dare la giusta visibilità a questa forma di espressione artistica che ha preso il via con “la via dei presepi” a Rivello, giunta alla quarta edizione.L’idea è quella di “tematizzare” le opere presepiali, caratterizzandole secondo usi, tradizioni e culture locali, raccontando e rappresentando le singole realtà e le rispettive tradizioni, la storia, la natura, gli antichi mestieri, l’arte, la musica, le tradizioni per raccontare tutti gli aspetti dei luoghi e delle realtà presenti nel territorio. Ma il presepe che racconta la Lucania non si ferma qui.

A Rionero in Vulture, in provincia di Potenza, l’iniziativa natalizia si chiama il “Presepe Vivente”. È tra i più longevi della Basilicata: dal 2013, alla rappresentazione drammatizzata, con testi scritti seguendo il racconto evangelico, si è aggiunta l’iconografia presepiale del ‘700 napoletano, ricostruendo fedelmente e artisticamente le statuine del presepe napoletano, poste di fianco alla grotta. L’evento si svolge in due giornate: il 26 dicembre si assiste alla rappresentazione “drammatizzata”, mentre il 6 gennaio c’è la tradizionale Cavalcata dei Magi per le vie della Città, fino all’arrivo alla Grotta naturale scavata nel tufo. Suggestivo il presepe con personaggi viventi nel borgo antico di Filiano, nel quartiere “Filianello”. Organizzata dalla Pro Loco di Filiano, in provincia di Potenza, in collaborazione con il Gruppo “Amici del Presepe vivente”. La rievocazione viene allestita il 28 dicembre di ogni anno e porta a riscoprire una tradizione secolare, valorizzando luoghi sconosciuti del borgo antico.
Nella città di Albino Pierro a Tursi, in provincia di Matera, nelle serate dal 26, 27, 28 dicembre si potrà visitare il “Presepe vivente lucano” nel centro storico della cittadina, affacciato sui calanchi. Dal 1980, sulla scorta di antiche tradizioni artigianali, il presepe a Castronuovo di Sant’Andrea, in provincia di Potenza, è ritornato centrale nell’ambito delle manifestazioni sacre. Nelle chiese del paese e nelle grotte degli antichi rioni del centro storico vengono esposti presepi realizzati da artisti contemporanei di fama internazionale, visitabili quest’anno dal 9 dicembre a fine febbraio e presepi artigianali provenienti da tutto il mondo. Da visitare il museo Internazionale del Presepio “Vanni Scheiwiller”. Il presepe più grande, pare al mondo, è quello di Matera che quest’anno si annuncia con tante novità al seguito. Ma queste vie le seguiremo per osservare e capire la storia lucana del presepio in tutte le sue forme.

 

Oreste Roberto Lanza


ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor