logo bn ultimo

 

La Basilicata ha pensato bene di realizzare il Cluster Lucano di Bioeconomia

Tredici le Regioni italiane che applicano il sistema della bioeconomia ai settori agricoli, industriali, energetici, forestali e delle acque attraverso l'adesione al Cluster nazionale SPRING. Alle predette regioni si aggiunge anche la Basilicata che, nello scenario nazionale rappresenta un vero e proprio modello, dotandosi di una strategia che persegue una logica di integrazione della bioeconomia con il settore agricolo e industriale. Considerando che il valore della bioeconomia in Italia è pari a 345 miliardi di Euro e che genera occupazione coinvolgendo oltre un milione di persone, la Basilicata ha pensato bene di realizzare il Cluster Lucano di Bioeconomia, la cui presentazione ufficiale si terrà martedì 16 giugno dalle ore 9.30 fino alle 13.00 con un talk show condotto in Uve streaming in onda su www.materasocial.live. Il tema della presentazione sarà: "Il ruolo della Bioeconomia in Basilicata e le possibilità di sviluppo".

Il programma si articolerà su due fasi: la prima di tipo istituzionale, la seconda caratterizzata da confronti e dibattiti. Nel corso dell'incontro sarà chiarito il ruolo di sviluppo della bioeconomia in termini occupazionali, come anche la importante incidenza sul Prodotto Interno Lordo. Il confronto scientifico sarà integrato dal contributo dei relatori che interverranno sia in studio che in collegamento. I protagonisti dell'Università, del mondo ricerca, delle istituzioni e dell'impresa definiranno lo scenario attuale in Italia e in Basilicata per fare da pungolo con idee e attività concrete da mettere in campo per spingere sull'economia circolare. Il tema, di grande respiro europeo, preciserà il ruolo della bioecono-mia in Basilicata, tracciando pos-sibili scenari di sviluppo grazie ai preziosi interventi di Domenico Lazazzera, Presidente del Cluster lucano di Bioeconomia, Vito Gaudiano, direttore Confapi di Matera, Aniello Crescenzi, direttore Alsia Basilicata, Mario Bonaccorso, coordinatore del Cluster nazionale SPRTNG, Piergiuseppe Morone, docente ordinario di Politica economica presso la Sapienza di Roma e consigliere economico del ministro dell'Ambiente, della tutela del territorio e del mare a cui si alterneranno altri contributi del mondo della ricerca e della innovazione.

"Accelerare la transizione verso la bioeconomia risulta oggi più che mai fondamentale per incrementare non solo la competitività dell'industria, della ricerca e della formazione a livello regionale, rafforzandone il posizionamento nel contesto nazionale e internazionale, ma anche per salvaguardare il patrimonio ambientale e socioculturale del territorio lucano e garantire il benessere dei cittadini" afferma il presidente del Cluster lucano di bioeconomia, Domenico Lazazzera, assiduo propositore di attività d'impresa, di innovazione e di ricerca a basso impatto ambientale in un'ottica di sostenibilità e di salvaguardia dell'ambiente.

 

Silvia Silvestri


ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor