nicola latronico

 

Il 3 luglio la cerimonia alla presenza delle autorità per premiare la sua generosità

Il suo sogno fin da bambino è sempre stato quello di fare il Carabiniere, e da Carabiniere, grazie alla sua generosità, è diventato Cavaliere della Repubblica. Nicola Latronico, vittima del dovere in vita, ha ricevuto lo scorso 2 giugno, in Piazza della Prefettura a Potenza, il riconoscimento di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica dalle mani del prefetto di Potenza Annunziato Vardè, alla presenza del commissario straordinario del comune di Senise, Alberico Gentile, e del comandante della Legione di Carabinieri di Basilicata Generale Rosario Castello.
La nomina di Cavaliere per Nicola Latronico, è arrivata dopo una lunga serie di encomi nati da atti di coraggio e generosità che ha compiuto nell’esercizio del servizio nell’Arma.
In particolare nel 2008 quando a Terranova del Pollino scoppiò un incendio in una casa nella quale si temeva ci fosse un giovane. “Con un gesto di altruismo non comune –recita la motivazione- e non curante del pericolo per la propria vita, faceva ingresso nella menzionata abitazione avvolta dalle fiamme,

al fine di individuare il giovane e trarlo in salvo e disattivare fonti di gas per evitare eventuale esplosione e danni imprevedibili, compiendo un gesto che resterà nella memoria storica del paese, riportando una grave ferita al braccio che fu causa del suo congedo dall’arma dei carabinieri.”
Il gesto gli valse l’attestato di gratitudine dei comuni di San Costantino Albanese, Senise, Terranova del Pollino, Tramutola, Colobraro e Valsinni, ma anche il dispiacere di dover abbandonare il servizio e quella divisa che tanto aveva desiderato e che era una delle ragioni principali della sua vita.
Quell’episodio era stato preceduto da un altro nel 1996 quando a Tortora marina, in abiti civili, si precipitò in una casa nella quale si era sprigionato un incendio e nella quale due anziani erano in pericolo di vita, riuscendo a spegnere le fiamme e a trarre in salvo le persone presenti.

invito nicola latronico
Al brigadiere capo dei Carabinieri in congedo assoluto Nicola Latronico, che oggi ha lo status giuridico di vittima del dovere, Senise ha deciso di tributare il proprio omaggio organizzando una cerimonia per domani 3 luglio, presso la sala del complesso monumentale San Francesco d’Assisi Palazzo Falcone e Borsellino, alla quale parteciperanno sindaci e autorità militari.
Alle 19.00 è prevista la deposizione dei fiori presso le lapidi dei caduti in Piazza Municipio e a seguire la cerimonia di omaggio alla quale prenderanno parte Tania Pisani vedova del Carabiniere MOVM Claudio Pezzuto, il Generale Rosario Castello, il presidente dell’UNUCI Basilicata Maggiore Gennaro Finizio, e il commissario del comune Alberico Gentile.
Latronico ha voluto invitare anche tutte le associazioni locali, i sindaci dell’area, e il sindaco dei ragazzi Pierosario Capalbo.

Francesco Addolorato


0
0
0
s2sdefault