L'ordinanza è del Gip di Potenza eseguita dai Carabinieri del Noe

Cinque componenti del Comitato Tecnico Regionale della Basilicata sono stati sospesi per otto mesi dal servizio su decisione del Gip del Tribunale di Potenza, nell'ambito dell'inchiesta sulla "contaminazione del reticolo idrografico" adiacente al Centro Oli di Viggiano da parte dell'Eni, a causa dello sversamento, circa due anni fa, di 400 tonnellate di petrolio. In particolare sono indagati con l'accusa di concorso in falso ideologico rifiuto in atti d'ufficio e abuso d'ufficio. Secondo gli inquirenti il CTR non sarebbe intervenuto come quanto dovuto per verificare le irregolarità, non facendo i controlli necessari per impedire ulteriori perdite dai serbatoi dell'impianto. L'ordinanza del Gip è stata eseguita stamani dai Carabinieri del Nucleo operativo ecologico, su disposizione della Procura della Repubblica.