logo bn ultimo

Teana

 

Situazione paradossale, rifiutano la surroga i primi non eletti. Comune vicno al commissariamento

"Cari cittadini di Teana il sottoscritto Lo Vaglio Vincenzo, in qualità di Capogruppo di Opposizione, vi informa che insieme agli altri due Consiglieri di minoranza De Salvo Roberta e D’Orzi Rosario, in data nove giugno 2020 abbiamo rassegnato le nostre dimissioni dalla carica di Consigliere Comunale."

A comunicarlo sono i consiglieri comunali di Teana Vincenzo Lo Vaglio, Roberta De Salvo e Rosario D’Orzi. 

"I motivi che ci hanno portato a questa triste decisione sono da imputare alla paradossale situazione politico-amministrativa in cui versa il nostro Comune.
Prima di giungere a questa decisione ci siamo confrontati con coloro che in questi tre anni ci hanno sempre sostenuto nelle nostre scelte e che teniamo a ringraziare pubblicamente e cioè gli altri otto componenti la lista “Lottare per Cambiare il Futuro di Teana”, i quali ci hanno già anticipato che non daranno la loro disponibilità alla surroga come Consiglieri.

Abbiamo, anche, accettato l’incontro che ci aveva chiesto il Sindaco con i suoi restanti Consiglieri di maggioranza, i quali ci hanno chiesto la disponibilità a condividere i loro obiettivi, che purtroppo sono distanti da quelli che noi 3 anni fa ci eravamo preposti, inoltre come abbiamo già ribadito nell’ultimo Consiglio Comunale non condividiamo assolutamente quella che è stata la loro gestione politico- amministrativa fino ad oggi e che poi sostanzialmente, crediamo, abbia anche portato a questa situazione, viste le dimissioni dei Consiglieri di maggioranza.

Ci teniamo a precisare, come dimostrano le nostre dimissioni, che non avevamo nessun accordo né con l’attuale maggioranza né tantomeno con gli ultimi due Consiglieri di maggioranza dimissionari. Questi giorni che sono intercorsi con tanta fantapolitica, noi, invece, li abbiamo utilizzati per riflettere e confrontarci con gli uffici della Prefettura che cogliamo l’occasione di ringraziare per la loro disponibilità.
Le nostre scelte sono state coerenti con la linea politica attuata in questi anni.
Infine, non ci sentiamo assolutamente responsabili dell’ormai quasi certo arrivo del Commissario e di tutto ciò che esso comporterà, in quanto se hanno amministrato diligentemente come dicono non ci dovrebbe essere nessuna ricaduta su noi tutti."


ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor