logo bn ultimo

 

L’amministrazione si è resa disponibile a vagliare criticità e necessità, attraverso delle esplicite segnalazioni

“Il rifiuto non disciplinato diventa una zavorra” afferma il sindaco De Ruggieri. Dopo varie vicissitudini, solo in parte dovute al lockdown legato al Coronavirus ad agosto anche a Matera partirà la raccolta differenziata porta a porta o “portone portone” come puntualizzano ironicamente alcuni, alludendo ad alcune superficialità e carenze dell’amministrazione nei confronti di anziani e disabili. Si è svolta oggi la conferenza stampa per la presentazione del servizio che partirà per zone. Partirà il 6 agosto dai Borghi La Martella, Picciano e Venusio e dalle zone industriali il servizio di raccolta differenziata porta a porta dei rifiuti. Il 20 agosto toccherà all’area Sud della città, il 27 a quella Nord, e il 3 settembre al centro storico, ai Sassi, al territorio che si estende dal rione Villa Longo fino alla lottizzazione Giada. Lo hanno reso noto questa mattina nel corso di una conferenza stampa il Sindaco di Matera, Raffaello de Ruggieri, l’Assessore all’Ambiente Giuseppe Tragni che hanno sottolineato che da oggi la società che gestisce il ciclo dei rifiuti avvierà una capillare campagna di comunicazione per informare i cittadini sulle corrette modalità di conferimento dei rifiuti.

“Questa mattina – ha spiegato il Sindaco – firmerò l’ordinanza che renderà operativo il nuovo metodo di raccolta differenziata porta a porta. Dopo tante difficoltà dovute alle vicissitudini legate al fallimento della società vincitrice dell’appalto e all’individuazione dell’attuale gestore, finalmente siamo in grado di partire e di ottemperare ad uno degli obiettivi del nostro programma amministrativo. Entro un mese il servizio di raccolta differenziata sarà operativo in tutta la città, nelle contrade e nei borghi. Per la riuscita del progetto è necessaria la collaborazione di tutti i cittadini. Bisognerà abituarsi al nuovo sistema che comporterà certamente qualche sacrificio ma è necessario per tenere la città più pulita. È anche questo un modo per dimostrare l’amore per Matera”. “Il conferimento dei rifiuti – ha sottolineato l’assessore Tragni – dovrà avvenire utilizzando i mastelli che sono stati consegnati dal gestore e i cui colori sono quelli individuati dall’Ue per la differenziazione dei materiali. I contenitori dovranno essere esposti lungo le strade comunali, in prossimità dei condomini, dalle ore 21 alle ore 24 di ogni giorno e ritirati dalle ore 6 alle ore 9 del giorno successivo.

La raccolta avverrà invece dalle ore 00 alle 6 della mattina. I mastelli hanno un chip di riconoscimento e i mezzi utilizzati per la raccolta sono geolocalizzati per cui è possibile ripercorrere i movimenti dei camion e l’effettivo conferimento e il ritiro negli orari stabiliti.

Non bisogna entrare nel panico. È necessario abituarsi gradualmente a questo passaggio che è indispensabile per migliorare le condizioni del servizio e ottenere in futuro anche risparmi sui costi di gestione. In caso di non corretta differenziazione dei rifiuti, gli operatori apporranno un avviso all’interno del mastello. Dopo gli opportuni e ripetuti richiami, se dovessero ripetersi comportamenti volutamente non corretti, scatteranno le sanzioni. Nei prossimi giorni abbiamo previsto una serie di incontri con i cittadini, con le associazioni di categoria dei commercianti degli artigiani, delle piccole e medie imprese e con gli amministratori di condominio”. Ancora diversi i dubbi dei cittadini, dei rappresentanti di categoria e degli amministratori di condominio, in merito all’organizzazione esposta ma l’amministrazione si è resa disponibile a vagliare criticità e specifiche necessità attraverso delle esplicite segnalazioni, al fine di migliorare il servizio già eccessivamente in ritardo e che dunque occorreva far partire quanto prima.

 

Silvia Silvestri


ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor