Una frana di grandi dimensioni ha interessato questa mattina il comune di Lauria, sulla ex SS 19 nei pressi di Galdo. A darene notizia è stato lo stesso sindaco Angelo Lamboglia dal suo profilo fb. La frana ha invaso completamente la carreggiata rendendola del tutto impraticabile.
Il timore del sindaco, e dei soccorritori, è che sotto l’enorme mola di massi e argilla ci siano delle persone, timore che al momento però sembra essere scongiurato.
Sul posto, oltre al sindaco accorso tempestivamente, sono intervenute le Forze dell'Ordine, i Vigili Urbani, i tecnici della Provincia di Potenza, Protezione Civile e con l'ausilio dei Vigili del Fuoco

“Il dissesto imperante sta mettendo in ginocchio il territorio –ha scritto Lamboglia- e per questo facciamo un appello affinché ci vengano concessi gli strumenti necessari per affrontare e soprattutto prevenire situazioni del genere.”
 

 

Il GUP di Matera Angelo Onorati ha respinto un ricorso presentato dai legali del presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella (Pd). La decisione è stata assunta nell’ambito dell’inchiesta “Il suggello” che portò il governatore lucano agli arresti domiciliari. Il ricorso presentato dai legali di Pittella era volto a ottenere l'annullamento del divieto di dimora a Potenza. Il governatore lucano resta quindi sospeso dall'incarico, in conseguenza della Legge Severino.

La SUA-RB, in data 28 dicembre, ha concluso la procedura di gara per l’acquisto di 57 ambulanze che andranno a rinnovare il parco automezzi del DEU-118 dell’ASP. Viva soddisfazione per il risultato raggiunto è stata espressa dal Commissario ASP Chiarelli e dal Direttore del DEU-118 Colarusso che ha dichiarato: “L’acquisto delle 57 nuove ambulanze rappresenta un momento importantissimo per le attività del 118: queste certamente daranno un fondamentale contributo al miglioramento delle prestazioni sanitarie di emergenza\urgenza necessarie all’utenza. Tutto quanto è stato reso possibile grazie alla forte intesa e collaborazione che si è stabilita tra la Direzione dell’ASP, la Regione Basilicata la SUA-RB il DEU 118 che ha consentito, in tempi rapidi, di giungere alla definizione di questo importante progetto. Sottolineo l’intenso lavoro svolto in questi ultimi tre anni di Direzione che ha portato ad un significativo miglioramento delle performance del 118 di Basilicata in modo particolare si evidenzia il netto miglioramento dell’intervallo allarme\target passato dai trentatré minuti del 2015 ai ventiquattro del 2018. Per raggiungere questi risultati significativi gli operatori tutti del 118 hanno profuso un grande impegno e non pochi sacrifici e a tutti loro va la mia gratitudine e riconoscenza".  

Era in giro per le vie della cittadina sinnica a vendere oggetti di bigiotteria contrafatti, per questo motivo un uomo di origini pakistane risiedente in Calabria è stato fermato e denunciato dai Carabinieri della locale stazione. Al momento del controllo, l'uomo era all'interno di un esercizio pubblico intento a vendere della merce ad alcuni clienti presenti nel locale. È stato identificato e denunciato per vendita di prodotti con marchi contraffatti ed esercizio abusivo. Continua dunque senza sosta l'azione di contrasto al crimine da parte dei Carabinieri, con controlli da tempo serrati in ogni ambito.


 

In Basilicata la neve, la scorsa notte, è arrivata copiosa. Nella valle del Sinni ha fatto sentire la sua voce, ha dato più luce ai panorami presenti. Disagio minimo nei piccoli centri fino alle prime ore della tarda mattinata dove la macchina organizzatrice in linea di massima ha funzionato. Le allerte annunciate questa volta hanno trovato i sindaci pronti ad intervenire con una dovuta programmazione, attrezzati per attenuare o risolvere il problema alle comunità interessate. Scuole chiuse in gran parte dei paesi in attesa di verificare la riapertura nelle prossime ore. A Castelluccio Inferiore il Sindaco Francesco Campanella ha attivato da circa tre giorni il servizio neve su tutto il territorio di propria competenza. Neve con altezze rilevanti, oltre i trenta centimetri, a Cersosimo, Chiaromonte, Latronico, Terranova del Pollino, Episcopia e San Severino Lucano. Poco meno a Francavilla in Sinni e Senise, dove lo spettacolo della diga di Monte Cotugno ha attirato parecchi curiosi. A Latronico ed Agromonte si sono avuti dei problemi con l’energia elettrica, ripristinata nel giro di qualche ora dai tecnici dell’Enel. Al momento l’intervento dei mezzi spazzaneve sembra abbia ripristinato la dovuta percorribilità delle strade. A San Severino Lucano nevicata abbondante, problemi in via di risoluzione nelle frazioni Mezzana, Timpone, Loggia, Mancini, Villaneto Cropani e Pomaretti, dopo l’intervento anche della Protezione Civile. A Cersosimo situazione in via di miglioramento ma con delle criticità fino alla tarda mattinata nelle zone rurali. In questo momento fanno sapere dagli uffici comunali, si circola agevolmente sulla strada provinciale 63. Situazione identica anche a Terranova del Pollino in via di miglioramento. Nevicata storica, a detta di qualcuno, quella avvenuta ad Episcopia. La più intensa degli ultimi undici anni per quantità di fiocchi caduti nell’arco di tempo. Fino alla tarda mattinata i disagi si sono fatti sentire per l’intera popolazione. Attualmente viabilità ripristinata, dopo numerose difficoltà, nelle contrade rurali. Qualche fiocco a Lauria, dove comunque il sindaco Lamboglia ha emesso ordinanza di chiusura dei plessi scolastici ad esclusione della scuola elementare Marconi, Brancati, dell’Infanzia in via XXV Aprile e quella in via Caduti. Sul litorale ionico nessuna precipitazione rilevante. A Scanzano Jonico si è registrato la sola presenza di ghiaccio su alcune arterie stradali ed in particolare sulla strada provinciale per Montalbano Jonico. Nel frattempo i sindaci hanno comunicato la chiusura delle scuole per la giornata di domani, ecco l’elenco in via di aggiornamento: Anzi, Bella, Guardia Perticara, Pescopagano, Francavilla in Sinni, Chiaromonte, Pignola, Rapone, Ruoti, San Fele, Senise, San Severino Lucano, Viggianello, Latronico, Lauria, Castronuovo di Sant'Andrea, Muro Lucano, Castelsaraceno, Nemoli, Abriola, Tramutola, Sant'Arcangelo e Viggiano.

Oreste Roberto Lanza

Come ampiamente preannunciato dalle previsioni meteo, la neve è ricomparsa nella Provincia di Potenza, in particolare, nell'area sud della Regione. Nel Senisese-Pollino i maggiori disagi si sono avuti nei centri al di sopra degli 800mt di quota, con alcune contrade rimaste isolate per diverse ore visto l'abbondante manto nevoso, che in alcuni casi, come a Terranova di Pollino e San Severino Lucano ha raggiunto i 50cm. Disagi anche a Latronico e Agromonte, a causa dell'interruzione dell'energia elettrica, rendendo necessario l'installazione di alcuni gruppi elettrogeni. Contattato telefonicamente il sindaco Fausto De Maria, ci ha riferito che la situazione poco dopo mezzogiorno è rientrata alla normalità grazie all'intervento dei tecnici dell'Enel. Nel frattempo il Prefetto del capoluogo lucano, Giovanna Cagliostro, ha disposto "la revoca con decorrenza immediata dell'interdizione al traffico sulle strade statali e provinciali dei veicoli adibiti a trasporto merci di massa superiore alle 7,5 tonnellate". Nel comunicato diffuso dalla prefettura potentina, "si raccomanda, comunque, la massima prudenza". Intanto in circa cinquanta comuni della Provincia di Potenza le scuole sono chiuse e lo saranno in parte anche domani. 

Cielo coperto e pioggia durante il pomeriggio di oggi e neve che man mano scenderà di quota intorno gli 800-900 mt con l'entrata dell'aria fredda sul territorio; tra il tardo pomeriggio e la sera dovrebbe esserci una leggera diminuzione dei fenomeni, ma senza alcun miglioramento. Un nuovo peggioramento si avrà in tarda serata, intorno alle ore 23:00, a causa di un vortice di bassa pressione che andrà a posizionarsi vicino le coste della Basilicata e della Calabria; inizialmente la quota neve sarà intorno i 600 mt, ma con l'intensificazione dei fenomeni la neve arriverà intorno i 400-500 mt. Essendo aria di origine Artico-Marittima, più forti saranno le precipitazioni e più scenderà la quota neve. In sintesi quindi il nuovo peggioramento inizierà verso le ore 22:00/23:00 con i primi fiocchi a quote medie, ma il clou del peggioramento si avrà tra le 2:00 e le 7:00 di questa notte con precipitazioni forti e nevicate intense. Si tratterà di neve che scenderà sotto forma di fiocchi di grosse dimensioni, proprio perché sarà molto umida. Il peggioramento di questa notte coinvolgerà soprattutto il Sud della Basilicata e la Calabria Nord Tirrenica, per questo il Lagonegrese e l'area del Senisese-Pollino saranno colpiti con più insistenza. 


Lagonegrese-meteo - (facebook.com/lagonegresemeteo)

Ci sarebbero anche la diga di Monte Cotugno di Senise e quella del Pertusillo nell’inchiesta pugliese che ha portato all’arresto di due persone e all’interdizione di quattro funzionari di Acquedotto Pugliese. La questione riguarderebbe una ditta che avrebbe fornito sostanze disinfettanti per la potabilizzazione dell’acqua con un contenuto di cloro al di sotto della soglia prevista dalla norma ad alcuni impianti gestiti da Acquedotto Pugliese e degli invasi lucani sopracitati e di alcuni pugliesi. Le indagini condotte dalla Guardia di Finanza di Bari, coordinate dai pm Claudio Pinto e Luciana Silvestris, avrebbero constatato nove presunte gare truccate, tre delle quali, risalenti al 2012, che configurerebbero reati ormai prescritti. L’inchiesta ha portato agli arresti domiciliari dell’amministratore e rappresentante legale della società interessata e del responsabile del laboratorio della stessa società. Interdizione invece per quattro funzionari di Acquedotto Pugliese, che dovranno comparire adesso davanti al Giudice per chiarire le proprie posizioni. Se tutto venisse confermato, si tratterebbe di un danno ambientale sproporzionato, frutto di una superficialità inaudita da parte degli enti competenti incaricati al controllo degli invasi lucani e pugliesi.

Redazione

La Provincia di Potenza ha chiesto alla Regione Basilicata "risorse straordinarie" per 350 mila euro "per poter assicurare l'acquisto di nuove scorte di sale" da utilizzare per rendere percorribile la rete viaria del Potentino, dallo scorso 29 dicembre interessata da neve e ghiaccio. Il presidente dell'ente, Rocco Guarino, ha spiegato che finora gli oltre 100 mezzi spartineve e spargisale della Provincia hanno utilizzato oltre 47 mila quintali di sale.

 

 

 

 

ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor