In Basilicata la neve, la scorsa notte, è arrivata copiosa. Nella valle del Sinni ha fatto sentire la sua voce, ha dato più luce ai panorami presenti. Disagio minimo nei piccoli centri fino alle prime ore della tarda mattinata dove la macchina organizzatrice in linea di massima ha funzionato. Le allerte annunciate questa volta hanno trovato i sindaci pronti ad intervenire con una dovuta programmazione, attrezzati per attenuare o risolvere il problema alle comunità interessate. Scuole chiuse in gran parte dei paesi in attesa di verificare la riapertura nelle prossime ore. A Castelluccio Inferiore il Sindaco Francesco Campanella ha attivato da circa tre giorni il servizio neve su tutto il territorio di propria competenza. Neve con altezze rilevanti, oltre i trenta centimetri, a Cersosimo, Chiaromonte, Latronico, Terranova del Pollino, Episcopia e San Severino Lucano. Poco meno a Francavilla in Sinni e Senise, dove lo spettacolo della diga di Monte Cotugno ha attirato parecchi curiosi. A Latronico ed Agromonte si sono avuti dei problemi con l’energia elettrica, ripristinata nel giro di qualche ora dai tecnici dell’Enel. Al momento l’intervento dei mezzi spazzaneve sembra abbia ripristinato la dovuta percorribilità delle strade. A San Severino Lucano nevicata abbondante, problemi in via di risoluzione nelle frazioni Mezzana, Timpone, Loggia, Mancini, Villaneto Cropani e Pomaretti, dopo l’intervento anche della Protezione Civile. A Cersosimo situazione in via di miglioramento ma con delle criticità fino alla tarda mattinata nelle zone rurali. In questo momento fanno sapere dagli uffici comunali, si circola agevolmente sulla strada provinciale 63. Situazione identica anche a Terranova del Pollino in via di miglioramento. Nevicata storica, a detta di qualcuno, quella avvenuta ad Episcopia. La più intensa degli ultimi undici anni per quantità di fiocchi caduti nell’arco di tempo. Fino alla tarda mattinata i disagi si sono fatti sentire per l’intera popolazione. Attualmente viabilità ripristinata, dopo numerose difficoltà, nelle contrade rurali. Qualche fiocco a Lauria, dove comunque il sindaco Lamboglia ha emesso ordinanza di chiusura dei plessi scolastici ad esclusione della scuola elementare Marconi, Brancati, dell’Infanzia in via XXV Aprile e quella in via Caduti. Sul litorale ionico nessuna precipitazione rilevante. A Scanzano Jonico si è registrato la sola presenza di ghiaccio su alcune arterie stradali ed in particolare sulla strada provinciale per Montalbano Jonico. Nel frattempo i sindaci hanno comunicato la chiusura delle scuole per la giornata di domani, ecco l’elenco in via di aggiornamento: Anzi, Bella, Guardia Perticara, Pescopagano, Francavilla in Sinni, Chiaromonte, Pignola, Rapone, Ruoti, San Fele, Senise, San Severino Lucano, Viggianello, Latronico, Lauria, Castronuovo di Sant'Andrea, Muro Lucano, Castelsaraceno, Nemoli, Abriola, Tramutola, Sant'Arcangelo e Viggiano.

Oreste Roberto Lanza

0
0
0
s2sdefault