Al Madonna delle Grazie l'intervento è stato eseguito su un paziente di 59 anni

L’equipe di Urologia del Madonna delle Grazie, diretta dal dr. Giuseppe Disabato e costituita dai dott.ri Pietro Mastrangelo, Italo Veneziano e Umberto Locunto, con la partecipazione del dr. Giancarlo Pacifico, direttore della Struttura Complessa di Chirurgia del presidio materano, e dagli anestesisti dr. Felice Montemurro e dr. Giusy Colacicco, ha effettuato un intervento chirurgico di particolare complessità su un paziente di 59 anni, originario della Calabria, ma residente in un Comune lucano.
E’ stato asportato un tumore a partenza renale che nel suo diametro massimo misurava circa 45 cm, e che coinvolgeva parte dell’intestino. Oltre all’asportazione della voluminosa massa, si è reso necessaria l’asportazione di un tratto di intestino perché coinvolto dal tumore. Il paziente era stato ricoverato di urgenza nella stessa mattinata dell’intervento per sintomi da occlusione intestinale e difficoltà respiratoria. L’intervento ha avuto una durata di circa 5 ore. Il paziente al termine dell’ intervento, come da prassi, è stato trasferito in terapia intensiva per un accurato monitoraggio. Le sue condizioni, seppur ancora in prognosi riservata, non destano particolari preoccupazioni. Il direttore generale dell’Asm dr. Joseph Polimeni ha rivolto un ringraziamento particolare a tutto il personale di sala operatoria presente durante l’intervento ed ha commentato: “tali interventi, oggi, sono possibili grazie ad equipe multidisciplinari che collaborano insieme per un unico obiettivo: la salute del paziente.”

0
0
0
s2sdefault