Il Sindaco Mancini, per fine anno i lavori per una piazza della memoria

Ancora un passo verso la rimozione delle macerie relative agli eventi franosi del 25 e 29 gennaio avvenute a Pomarico, in provincia di Matera. Il costo del progetto di rimozione, firmato dal geometra Michele Cavalieri, si aggira intorno agli 83 mila euro come da determina varata lo scorso 28 giugno. Un elaborato predisposto per una campagna geognostiche di monitoraggio e indagini che prevede tre sondaggi geognostici a rotazione con recupero del carotaggio da effettuare nel corpo del discarpato della frana, al fine di ricostruirei caratteri geometrici e geomorfologici del corpo della frana. “L’approvazione del progetto e della determina finanziaria – chiarisce Francesco Mancini, sindaco di Pomarico, raggiunto telefonicamente dalla nostra redazione – lascia intendere che tutto procede nei tempi previsti anche perché abbiamo dovuto aspettare che i movimenti fisiologici post frana si esaurissero.

Quindi ora saggi e sondaggi nel cuore della frana ci aiuteranno a capire la profondità”. Dalla campagna di monitoraggio alla fase successiva del recupero e ripristino dell’area probabilmente con un nuovo progetto. “In questa fase – continua Francesco Mancini, sindaco di Pomarico –stiamo quantificando i danni ai privati. In quella zona si ricostruirà l’essenziale. È prevista una strada che è un collegamento importante con il centro storico e una grande piazza che ricordi quello che era. Le case avranno altre collocazioni o si riconoscerà un contributo di pare valore”. Il capo della protezione civile, Borrelli, qualche mese fa arrivato a Pomarico dettò tempi certi che si vanno concretizzando. Probabilmente per fine anno al posto della frana potrà esserci una piazza e i privati potrebbe avere i nuovi alloggi o un debito risarcimento “Vorrei dare un tempo certo - conclude Francesco Mancini – ma non so. Per avere un progetto esecutivo c’è bisogno di tutti i dati dei sondaggi e dei saggi. Credo, però, che per fine anno saranno partiti i lavori per la piazza. Per gli alloggi sono più fiducioso, soprattutto se la decisione è quella del contributo del pari valore dell’immobile stesso.

 

Oreste Roberto Lanza


0
0
0
s2sdefault

ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor