La denuncia arriva da un libero cittadino, Vito Tralli che ha segnalato il tutto al Comune 

Nei giorni scorsi è giunta alla nostra redazione la segnalazione che riguarda un terreno privato in zona lido a Policoro, che giace in completo stato di abbandono, invaso da erbacce e rifiuti di ogni genere. A segnalarci la cosa un cittadino policorese, Vito Tralli, che tramite i canali d’informazione, social compresi, ha denunciato la cosa, dopo aver fatto una comunicazione al comune di Policoro. Il terreno in questione si trova in una traversa di via del Lido adiacente al villaggio “Riva Azzurra” ed il villaggio “Demetra”. «Ho voluto fare questa segnalazione a mezzo stampa – dice Vito Tralli, raggiunto telefonicamente dalla nostra redazione – perché ormai è una situazione insostenibile. Vito TralliIl terreno è ricoperto di erbacce e sterpaglie alte oltre due metri. Ma la cosa grave è che in mezzo a tutta questa folta vegetazione ci sono diversi rifiuti: pezzi di plastica, televisori, una vecchia betoniera a bicchiere insieme ad alcuni pezzi di ponteggi in stato di abbandono e diversi sacchetti con del materiale vario». Insomma una vera e propria discarica a cielo aperto. Ma qualcuno è stato avvisato di tutto ciò?: «Qualche giorno fa preso dalla rabbia – dice Vito Tralli – ho scritto un post sul mio profilo Facebook, denunciando la cosa accusando l’amministrazione comunale di “immobilismo”. In realtà dopo, documentandomi ho saputo che quello è un terreno privato. Io è da settembre dello scorso anno che abito in questa zona, e sin da subito accorgendomi di questo, ho avvisato la Polizia Municipale, che a sua volta mi ha detto di rivolgermi al comune che mi ha indirizzato all’Azienda Sanitaria. Però ad oggi, tutte queste segnalazioni non hanno portato a nessun risultato. Intendiamoci, il problema non riguarda soltanto me che ci abito, ma anche chi frequenta i villaggi, visto che si parcheggiano le auto a ridosso di questo terreno. Ci sono degli appartamenti ed anche un albergo a poca distanza. Ma anche per salvaguardare il bosco qui vicino, perché se malauguratamente dovesse accadere un incendio, sarebbero guai seri. Ma io mi chiedo, ma come mai il proprietario di questo terreno non ha ricevuto nessun avviso di pulizia?. Questo signore, avrà degli angeli in Paradiso?. Dal comune – dice il signor Tralli - mi hanno fatto sapere che da regolamento esiste un’ordinanza che riguarda i terreni di proprietà privata».

Allora siamo andati sul sito istituzionale del comune a trovare l’ordinanza che è la “N.5555 prot. n.17233 del 12.06.2019”, che testualmente dice: “I proprietari devono provvedere ad effettuare interventi di pulizia a propria cura e spese dei terreni invasi da vegetazione mediante rimozione di ogni elemento o condizione che possa rappresentare pericolo per l’incolumità e l’igiene pubblica, in particolar modo provvedendo alla estirpazione di sterpaglie e cespugli, nonché al taglio di siepi vive, di vegetazione e rami che si protendono sui cigli delle strade e alla rimozione di rifiuti e quant’altro possa essere pericolo di incendio, mantenendo per tutto il periodo estivo, le condizioni tali da non accrescere il pericolo di incendi”. Insomma una situazione che si spera venga risolta il prima possibile, per ripristinare nel migliore dei modi l’area interessata ed evitare spiacevoli inconvenienti.

 

 


0
0
0
s2sdefault

sponsor

Sponsor