Oltre il 90 per cento di quelli in circolazione è immatricolato prima del 2012

La Basilicata possiede il parco autobus più vecchio d’Italia. Il dato emerge da un’elaborazione del Centro Ricerche Continental Autocarro su dati Aci. In Basilicata il 90,3% del totale degli autobus per il trasporto locale in circolazione è stato immatricolato prima del 2012. Un dato che fa emergere la questione della manutenzione, soprattutto che, molti o tutti, sono dotati di dispositivi di sicurezza non aggiornati con le tecnologie più recenti e allo stesso tempo, presentano livelli di emissioni di sostanze inquinanti più alti rispetto ai mezzi di ultima generazione.

Sempre al Sud, prima della Basilicata, viene la Sardegna con il 92,2 per cento di autobus immatricolati fino al 2012, segue la Calabria con il 90,5 per cento e subito dopo la Basilicata con il 90,3 per cento. Dall’analisi dei dati emerge anche che in Italia gli autobus in circolazione hanno circa 11,4 anni di media, a fronte dell’età media europea di circa 7,5 anni. In generale i dati raccontano che la percentuale di autobus vecchi ancora in circolazione è maggiore al sud che nelle altre zone d’Italia. Questa tendenza è confermata osservando i dati provinciali: infatti le province in cui la percentuale di autobus immatricolati fino al 2012 ancora in circolazione supera il 90% sono quasi tutte al sud, ad eccezione di Vercelli e Rieti. Problema rilevante dal punto principalmente della sicurezza, ma, soprattutto, per quello ambientale su cui gli enti preposti dovranno porre attenzione e rimedio per tutelare tutti i cittadini lucani.

 

Oreste Roberto Lanza


0
0
0
s2sdefault