complesso san francesco

 

Comunicato e commenti colpivano l’ex sindaco Rossella Spagnuolo e il dirigente dell’ufficio tecnico

Due ex consiglieri comunali di opposizione del gruppo M5S e due cittadini di Senise sono stati rinviati a giudizio dal pubblico ministero del tribunale di Lagonegro Giovanna Lerose per diffamazione a mezzo a stampa e social network nei confronti dell’ex sindaco Rossella Spagnuolo e del dirigente dell’ufficio tecnico comunale Bernardino Filardi.
Le indagini preliminari erano scattate in seguito alla denuncia di questi ultimi per un comunicato diramato dai due consiglieri comunali, apparso su diverse testate on line, relativo all’installazione di totem turistici nell’ambito del progetto “Ti racconto Senise” la cui realizzazione è stata assegnata in base a bando di gara ritenuto dal pm “privo di anomalie o irregolarità” e privo di “qualsivoglia conflitto di interesse o cattiva utilizzazione dei fondi”.


I contenuti del comunicato sono stati giudicati dal tribunale offensivi del decoro e dell’onore dei denuncianti nella parte relativa all’aggiudicazione del bando. Stessa motivazione per i commenti su Facebook di due cittadini di Senise per i quali il magistrato aggiunge che “trattasi di notizie non vere, atteso che i componenti della giunta comunale che approvava il progetto non erano gli amministratori all’epoca in carica e dunque non vi erano vincoli di parentela con l’aggiudicatario, né ricorrevano conflitti di interesse e l’appalto in oggetto era stato correttamente aggiudicato”. Il processo sarà celebrato il prossimo 10 dicembre davanti al tribunale di Lagonegro in composizione monocratica.
In un colpo solo dunque, il Pm di Lagonegro accoglie la denuncia di Spagnuolo, in seguito alla quale i due consiglieri avevano ricevuto avviso di garanzia, e fuga i dubbi sull’espletamento della gara che portò all’assegnazione del progetto di valorizzazione turistica alla ditta del marito di una ex consigliera comunale di maggioranza che, va detto, non è mai stata assessore.
A quelle accuse la Spagnuolo aveva risposto in un comunicato (leggi qui il comunicato dell’ex sindaco Rossella Spagnuolo) in occasione della fine anticipata della sua esperienza amministrativa. Ora la querelle fra ex sindaco ed ex consiglieri finisce davanti a un giudice che stabilirà se si sia trattato davvero di diffamazione oppure no.

 

Francesco Addolorato


0
0
0
s2sdefault

ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor