logo bn ultimo

 

Disposto anche l’immediata sospensione dell’erogazione del beneficio del reddito di cittadinanza

Un pregiudicato di 55 anni è stato posto agli arresti domiciliari dalla Polizia, a Matera, con l'accusa di omicidio preterintenzionale per la morte di un uomo di 84 anni, aggredito per motivi banali nel giugno scorso e morto nell'agosto successivo in conseguenza delle lesioni riportate. L'anziano aveva chiesto al pregiudicato, noto per la sua "indole violenta", di rimuovere del materiale di risulta lasciato vicino alla sua casa: per tutta risposta, era stato colpito con schiaffi in faccia, calci e spinte che lo fecero cadere a terra, dove rimase senza soccorso.


All’esito degli approfondimenti investigativi delegati svolti dalla Squadra Mobile, è stato accertato il nesso causale tra le lesioni procurate e la morte del malcapitato. Il G.I.P. del Tribunale di Matera ha emesso la misura della custodia cautelare degli arresti domiciliari a carico dell’aggressore che dovrà ora rispondere di omicidio preterintenzionale, e disposto inoltre l’immediata sospensione dell’erogazione del beneficio del reddito di cittadinanza nei suoi confronti.


ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor