logo bn ultimo

 

La Uil-Fpl, chiede con fermezza di assumere altro personale per immunizzare velocemente la popolazione

Con 197 nuovi positivi su 1.564 tamponi esaminati nei due giorni del fine settimana passato, la Basilicata - tornata in zona gialla - continua a rimanere col fiato sospeso, anche per aver registrato altri sette morti a causa del covid-19 in 48 ore. Le cifre del bollettino parlano chiaro: i lucani positivi sono 6.436, in due giorni sono guarite altre 92 persone, portando a 4.895 il totale di coloro che hanno superato il coronavirus, contro 271 che invece sono morti.

Per un soffio, resta sotto quota 100, a 98, il numero di coloro che sono in cura negli ospedali di Potenza e di Matera, sei dei quali sono in terapia intensiva (quattro nel capoluogo e due nella città dei Sassi). Da quando è cominciata la campagna per la vaccinazione, i lucani si sono rivolti in quella direzione per cercare un fondamento alla loro speranza: oggi altre centinaia di fiale immunizzanti sono arrivate in regione, dove la percentuale di vaccini inoculati rispetto a quelli consegnati ha raggiunto il 57 per cento.

 

E il sindacato Uil-Fpl è intervenuto per dire che "ogni minuto perso senza vaccinare non è più tollerabile". La richiesta è stata chiara: "Va data una forte accelerata", superando "i limiti del bando nazionale" e ricorrendo ad "avvisi interni per reclutare personale, così come già fatto in Italia da altre aziende sanitarie e ospedaliere, utili in questa fase e necessari per il futuro post covid".


ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor