chiaromonte banfield

 

“Ritorno a Montegrano, la Chiaromonte di Edward C. Banfield” dal 27 al 28 aprile

Un tuffo nel passato, nuotando tra cultura e valorizzazione del territorio. È quanto propone l’amministrazione comunale di Chiaromonte, attraverso l’evento
“Ritorno a Montegrano, la Chiaromonte di Edward C. Banfield” coprodotto dal Comune di Chiaromonte con la Fondazione “Matera Basilicata 2019 per Capitale per un giorno”, che si terrà il 27 e il 28 aprile.
“Le tesi di Banfield, espresse nel libro “Le basi morali di una società arretrata”- dice la sindaca Valentina Viola- hanno sempre rappresentato un aspetto negativo per la nostra Comunità. Crediamo invece, come amministrazione, che da Banfield si debba ripartire per trarne gli aspetti positivi per il nostro paese, sfruttando la notorietà che “Montegrano” ha acquisito nel mondo grazie alla teoria del “Familismo Amorale”.
“Per il nostro paese –continua Nicola Carlomagno, consigliere comunale incaricato dell’organizzazione – quest’evento non sarà solo l’occasione per discutere del concetto sociologico, cosa che faremo nel convegno del giorno 27 nel quale ospiteremo tra gli altri, Laura Banfield, la figlia del sociologo statunitense che ritornerà qui dopo tantissimi anni, ma soprattutto per “riscattarci” attraverso vari momenti nei quali la tradizione si coniugherà con l’innovazione, infatti, visiteremo i luoghi, anche in maniera virtuale, dove Banfield visse negli anni 50 con la sua famiglia. L’intento -conclude il consigliere- è quello di far scoprire il nostro meraviglioso paese con i suoi incantevoli paesaggi, come la “Tempa dell’Angari”, luogo rivalutato dalla nostra amministrazione, in cui si terrà una lezione di Yoga”.
Nel corso della due giorni chiaromontese non mancheranno l’intrattenimento con la musica popolare, il teatrodanza, l’itinerario gastronomico tra le famose grotte scavate nella roccia e la sensibilizzazione verso l’ecologia attraverso il “Days free from plastic - Liberi dalla plastica”.


0
0
0
s2sdefault