corti in cantina 2019

 

Albano: premiare tanti giovani talenti lucani impegnati nel cinema italiano è un orgoglio

Si è tenuta domenica 4 agosto in Piazza dei Martiri di Sant’Angelo le Fratte l'ottava edizione della rassegna cinematografica di cortometraggi lucani “Corti in Cantina”, ormai appuntamento consolidato di cinema estivo in Basilicata.
Alla presenza del direttore artistico Giuseppe Marco Albano sono stati consegnati i tanti riconoscimenti ai talenti lucani che si sono distinti nel mondo del cinema. Hanno partecipato alla serata il primo cittadino Michele Laurino, il vicesindaco Vincenzo Ostuni, Angelo Troiano e Francesco Lattarulo di Mediterraneo Cinematografica, l’artista Silvio Giordano che ha dedicato un’opera al Maestro Deodato e poi ancora Fabio Pappacena, Domenico Martoccia, Francesco La Cava, Roberto Moliterni, Lorena Carella, Vincenzo D’Onofrio, e tanti altri.


"Essere il direttore artistico di Corti in Cantina - ha dichiarato Giuseppe Marco Albano - è sempre un piacere e premiare tanti giovani talenti lucani impegnati nel panorama cinematografico italiano è un orgoglio. Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato alla serata e gli organizzatori per la buona riuscita della manifestazione".
Molto simpatici gli interventi video durante lo show, ben condotto dai giornalisti Sergio Ragone e Margherita Sarli. Una calorosa partecipazione ha riscaldato la serata premiando le proiezioni dei cortometraggi con un pubblico attento e che ha gradito la selezione di opere che raccontavano diverse storie con diversi generi.
Il finale della manifestazione, organizzata dall’associazione culturale Basiliciak in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Sant’Angelo Le Fratte e la società di produzione Mediterraneo Cinematografica, è stato interamente dedicato all’ospite d’onore della serata, il regista Ruggero Deodato e il premio alla carriera a lui dedicato. Una clip delle migliori scene del regista di origine lucane ha introdotto l’intervista che ha ripercorso i tanti anni di carriera e i tanti film dello stesso Deodato.
Questi i premiati dell’edizione 2019:
Sulla Fabbrica: Miglior Soggetto a Francesco La Cava e Domenico Martoccia , Miglior Attore Fabio Pappacena
Terrurismo: Miglior Sceneggiatura a Lorena Carella e Roberto Moliterni, Miglior Fotografia a Uccio Pisciotta
Scaramucce: Miglior Documentario a Alfredo Chiarappa
Suasion: Miglior Serie Web Vincenzo a D’Onofrio
L’interprete: Miglior Cortometraggio a Giuseppe Brigante

0
0
0
s2sdefault

sponsor

Sponsor