via crucis lagonegro

 

Nella chiesa di Santa Maria degli Angeli 14 formelle in argilla di pregio artistico

La Chiesa del complesso abbaziale di Santa Maria degli Angeli di Lagonegro, si arricchisce di 14 stazioni della Via Crucis, realizzate in argilla dall’artista Gerardo Lupo di Laviano, in provincia di Salerno. Privata, attraverso i secoli di prestigiose opere per una travagliata vicenda storiografica, la chiesa, in occasione in occasione dell’evento Capitale della Cultura per un giorno tenutosi il 3 agosto 2019, ha ricevuto in donazioni queste opere d’arte che contribuiscono a riscoprire, consolidare e valorizzare l’identità del luogo religioso che le possiede. Le quattordici tavole della via crucis sono state create dall’artista salernitano dopo la visione del film “La passione di Cristo” di Mel Gibson girato a Matera nel 2004.


Il valore contenutistico delle raffigurazioni è incentrato ovviamente sulla rievocazione degli ultimi momenti della vita di Gesù, dalla consegna della croce fino alla crocefissione, ma, nonostante la drammaticità degli eventi raccontati, l’artista riesce a mantenere una compostezza emotiva non comune. Il valore delle raffigurazioni è incentrato ovviamente sulla rievocazione degli ultimi momenti della vita di Gesù, dalla consegna della croce fino alla crocefissione. Le opere in argilla, sono interamente realizzate a mano e cotte in forno a 950 gradi e racchiuse in una cornice di ciliegio. Opere frutto di un lavoro, quella di Gerardo Lupo, erede e diffusore di una tecnica antica basata su acqua, terra e fuoco, che riesce a mantenerne intatto l’antico fascino con un modellato deciso ed efficace mediante cui consegue un equilibrio compositivo rilevante nei gesti e nell’espressività riuscendo a mantenere una compostezza emotiva non comune.

 

Oreste Roberto Lanza


0
0
0
s2sdefault

ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor