Utile per pendenze ex Equitalia per multe o tasse comunali non pagate negli anni

A poco meno di sette settimane dalla scadenza per aderire alla “pace fiscale” si registra ancora tra le categorie economiche interessate come tra i contribuenti un’informazione inadeguata. E’ quanto evidenziato nell’incontro che Confcommercio ha tenuto a Latronico con la partecipazione del presidente provinciale Fausto De Mare, del dott.Daniele Brancale, esperto in consulenza e difesa tributaria, del sindaco di Latronico Fausto De Maria. Per pace fiscale – è stato spiegato – si intende la nuova rottamazione, arrivata alla terza edizione, che riguarda le pretese erariali originate sia da controlli sostanziali (PVC, avvisi di accertamento, inviti al contraddittorio) che da controlli formali (cartelle esattoriali) e precedenti rottamazioni non rispettate. L’oggetto della definizione è ampio perché comprende Iva, Irpef e addizionali, contributi previdenziali, ritenute, Irap, imposte sostitutiva, IVAFE, IVIE. Il provvedimento offre la possibilità di chiudere i carichi relativi a imposte e contributi previdenziali non pagati dal 1 gennaio 2000 al 31 dicembre 2017, ottenendo una rilevante riduzione del totale dovuto, comprendendo anche la quota capitale. Tale rottamazione è rivolta alle persone fisiche che versano in comprovata difficoltà economica. Per accedere a tale procedura è necessario avere un ISEE del nucleo familiare non superiore a 20 mila euro. La somma da versare sarà pari al 16% del totale, qualora l’ISEE del nucleo familiare risulti non superiore a 8.500 euro; 20% del totale, qualora l’ISEE del nucleo familiare sia compreso tra 8.500 e 12.500 euro; 35% del totale, qualora l’ISEE sia superiore a 12.500 euro fino a 20.000 euro. Il totale dovuto potrà essere rateizzato fino a cinque rate e le domande di adesione alla pace fiscale andranno presentate entro il 30 aprile 2019. De Mare – che è anche componente della Giunta Camerale della Basilicata - ha sottolineato il contributo dell’Ente Camerale che lunedì 11 prossimo ospiterà a Potenza nel salone conferenze (Corso 18 Agosto) un nuovo appuntamento riservato ai titolari di pmi del capoluogo e del Potentino alla presenza del presidente Michele Somma e del sindaco Dario De Luca. E’ necessario spiegare ai nostri imprenditori - aggiunge – le opportunità che si presentano attraverso la “pace fiscale”. E su questo i sindaci e i Comuni possono contribuire sul versante dei cittadini con pendenze ex Equitalia per multe o tasse comunali non pagate negli anni. C’è bisogno dunque di informazione specialistica e di consulenza per utilizzare al meglio il provvedimento che per noi di Confcommercio è solo un tassello che ne richiede altri per la rivisitazione dell’intero sistema tributario italiano datato e di fatto superato e per introdurre il principio di buon rapporto contribuente-fisco.


0
0
0
s2sdefault

sponsor

Sponsor