La proposta è del centro studi sulla popolazione Torre Molfese

“Medici lucani tra passato e presente - tecnologie a Matera per la medicina del futuro”. Convegno organizzato il prossimo 27 aprile 2019 a Matera, presso la sala consiglio della Provincia via Ridola, dal centro studi sulla popolazione Torre Molfese di San Brancato di Sant’Arcangelo e dal centro regionale lucano dell’accademia di storia dell’arte sanitaria. La proposta è quella di creare in Basilicata, in particolare a Matera, un centro di Telemedicina. Il suggerimento viene direttamente dal Centro Studi sulla Popolazione Torre Molfese di San Brancato di Sant’Arcangelo e dal Centro regionale lucano dell’accademia di storia dell’arte sanitaria. “Questa nuova tecnologia - sottolinea Antonio Molfese – Presidente del centro studi Torre Molfese di San Brancato - consente di rilevare e trasmettere informazioni mediche e di fornire servizi di assistenza e cura a distanza, utilizzando innovative tecnologie biomediche associate ai moderni sistemi di telecomunicazione. In caso di bisogno e di assistenza facilita il rapporto tra luogo di lavoro ed ospedale, tra medico e paziente e tra ospedale e territorio, facendo in modo che a spostarsi siano le informazioni mediche e non le persone”. L’utilizzo della telemedicina, specie sul territorio, è importante anche nelle case di assistenza e cura per anziani, dove una diagnosi rapida ed una terapia adeguata all’evento, senza far muovere il paziente, porterà enormi benefici. “La diagnostica e la relativa terapia – ha precisato- Antonio Molfese- sarà indirizzata ai disturbi cardiologici, a quelli respiratori, molto frequenti nei nostri anziani, alla valutazione multimensionale geriatrica per aiutare il paziente all’insorgere dei primi disturbi cognitivi e di tutte le altre patologie.Le oltre 50 istituzioni in Basilicata potrebbero usufruire di un servizio centralizzato e di un centro di raccolta delle richieste, che si farebbero promotori di smistarle per lo studio e la risoluzione del caso”. Il convegno sarà aperto a molti oratori provenienti da varie regioni italiane ed anche dall’estero ed oltre che la storia dell’assistenza medica nella regione, saranno presentati anche filmati d’epoca preziose testimonianze del passato. “Per adesso la proposta – ha concluso Antonio Molfese – è rivolta innanzitutto ai candidati presidenti al consiglio regionale per una sanità lucana innovativa e di rinnovamento”.

Oreste Roberto Lanza


0
0
0
s2sdefault