Al centro il territorio con il recupero del patrimonio ad uso turistico

Castelluccio Inferiore nel progetto Maratea Experience: come to Basilicata. Il programma sarà presentato domani 14 marzo alle ore 18,30 nella Sala Consiliare del Comune di Castelluccio Inferiore.Una programmazione per valorizzare le eccellenze culturali e naturalistiche e le esperienze consolidate e condivise del territorio di Maratea e del Lagonegrese. Nove i comuni dell’area, Castelluccio Inferiore, Maratea, Lagonegro, Lauria, Nemoli, Rivello, Trecchina, Castelluccio Superiore e Latronico, che intendono implementare un modello turistico destagionalizzando i flussi turistici nei mesi estivi, puntando sul patrimonio naturalistico e culturale religioso.L’idea progettuale si fonda aspetti strettamente correlati fra loro: la piattaforma di booking on line di destinazione e l’introduzione di modalità innovative di assistenza turistica.Il progetto con una durata di due anni con delle attività programmate in sei fasi tendono a rimodulare l’offerta turistica delle aree interessate con un sistema turistico innovativo. Il sistema turistico sarà gestito da una DMO, Destination Management Organization, un moderno organismo di gestione, che costituirà la nuova cabina di regia dello sviluppo della destinazione. La DMO, dotata di risorse umane e tecnologiche, avrà il compito di curare l’accoglienza turistica, l’informazione, la promozione, la commercializzazione, la formazione, l’individuazione di nuove leve economiche e lo sviluppo di nuove progettualità. All’incontro parteciperanno Paolo Francesco Campanella, Sindaco di Castelluccio Inferiore, Angelo Seneci responsabile progetto per turismo outdoor, Silvio Labanca project manager e Sara Milione progettista turismo religioso. “Ancora un progetto, un’idea di sviluppo – ha sottolineato Francesco Paolo Campanella, sindaco di Castelluccio Inferiore, raggiunto telefonicamente dalla nostra redazione – per rilanciare il territorio con il recupero del patrimonio ad uso turistico. Un territorio che ambisce ad attrarre turismo anche di qualità, facendo conoscere le proprie bellezze soprattutto dal punto di vista storico con usi e tradizioni coniugate a profili gastronomici”. Castelluccio Inferiore pronta per questa nuova sfida.

Oreste Roberto Lanza


0
0
0
s2sdefault