Un trionfo di sapori da assaporare lentamente. Cioccolato svizzero e il croccante peperone

Due eccellenze di luoghi lontani, accomunati da un sapore unico ed inimitabile: è da questo straordinario binomio che nasce Cioccocrusco, il cioccolato gourmet che unisce il finissimo cacao del miglior cioccolato svizzero alle sfumature più dolci del peperone Crusco, croccante finezza IGP della terra lucana. Il peperone Crusco è un prodotto di cui la Basilicata vanta l'esclusiva da tempo, un prodotto legato ad una tradizione antica che la storia fa risalire agli arabi, i quali importarono il peperone Crusco tra l'XI e il XIV secolo, in una terra dove, come in passato, oggi oriente e occidente si incontrano ancora. Coltivato dal 1600 nelle sue diverse varietà, il peperone Crusco, una volta raccolto viene insertato a mano e raccolto in delle collane, viene appeso davanti alle abitazioni fino alla completa essiccazione. Cioccocrusco è un trionfo di sapori da assaporare lentamente, sintesi inedita tra l'esperienza dei maestri cioccolatieri svizzeri e il peperone IGP di Senise, che da secoli impreziosisce le coltivazioni del Parco Nazionale del Pollino. Alla base c'è la lavorazione artigianale realizzata a Casa Nobile, cioccolateria rinomata a livello internazionale per la qualità delle materie prime e la perizia artigianale delle sue lavorazioni. Passione e valorizzazione di aromi e sapori straordinari guidano i processi di realizzazione, svolti completamente a mano, che partono dalla frammentazione del peperone Crusco ed arrivano fino al momento in cui il cioccolato del Madagascar viene versato liquido negli stampi. L'esperienza sensoriale che ispira il Cioccocrusco è stata offerta a Milano, in occasione del Best Wine Stars, progetto che ogni anno promuove sul piano internazionale aziende che operano nel settore vitivinicolo italiano. Le tavolette di cioccolato gourmet accostate a sapori diversi e a calici di vino prescelti, sono state protagoniste dell'evento di degustazione rientrato nel programma di Milano Food City ed ha ispirato la creazione di nuovi invitanti piatti, come il dessert Willy Wonka e la fabbrica di Cioccocrusco e il Carré di agnello, fondente di melanzana e Cioccocrusco. Cioccocrusco ha già incontrato l'apprezzamento di molti chef, tra cui Enza Crucinio, chef lucana d'eccellenza ma anche di Rocco Buffone, Giuseppe Misuriello e Luigi Destino. Mr.Cioccocrusco, Antonio Cammarota, è l'ideatore di questo prodotto, è stata sua l'intuizione di unire le nuance del cioccolato svizzero a quelle più estrose e croccanti del peperone Crusco. "Essendo lucano, e amando in particolar modo il crusco, ho iniziato ad immaginare il connubio con un cioccolato di altissima qualità, che valorizzasse il colore rosso fuoco, la croccantezza ed il suo sapore inimitabile" ha raccontato Cammarota "ed è sulla scorta di questa idea che sono state avviate delle prove, con l'intento principale di esaltare aroma e sapore del cioccolato svizzero e del peperone IGP di Senise, conservando la croccantezza di quest'ultimo all'interno del cioccolato". Il risultato è stato innovativo e oggi è particolarmente apprezzato. Il segreto di questo grande successo è "l'elevata qualità delle materie prime lavorate con immensa passione e professionalità" ha affermato con fierezza all'evento Cammarota. Un sapore nuovo ed intenso ha creato un nuovo tesoro lucano di prestigio e qualità, ricercato anche nel mondo della ristorazione per il quale è stato già realizzato il taglio da un chilogrammo: dei fogli di cioccolato già pre-tagliati per un totale di 145 quadratini da sette grammi l'uno.

Silvia Silvestri

 


0
0
0
s2sdefault