Il Fai a Matera ricorda il grande intellettuale Gerardo Guerrieri

 

Intellettuale del Novecento, noto nel panorama culturale italiano, regista e critico letterario

Un evento per ricordare il materano Gerardo Guerrieri. Nell?ambito delle Giornate d?Autunno. Sabato 12 ottobre alle ore 19.30 al Cine-Teatro Guerrieri l?apertura straordinaria FAI, propone un appuntamento speciale?Gerardo Guerrieri - Un palcoscenico pieno di sogni?, che richiama il titolo del volume curato da Selene Guerrieri e dedicato al padre. L'evento, promosso in collaborazione e con il patrocinio del Comune di Matera, è un omaggio a Gerardo Guerrieri. Nato a Matera nel 1920, Guerrieri è scomparso a Roma nel 1986. Grande intellettuale del Novecento, noto nel panorama culturale italiano e internazionale. Regista e critico letterario, traduttore di importanti opere teatrali in lingua inglese e russa, drammaturgo di Luchino Visconti e sceneggiatore per De Sica con Zavattini, curatore con Paolo Grassi della Collana di Teatro Einaudi, fondatore del Teatro Club a Roma con la moglie Anne d'Arbeloff.

Dopo i saluti istituzionali del sindaco di Matera, Raffaello de Ruggieri, la breve proiezione del film ?Guerrieri? di Fabio Segatori. L?introduzione dell?incontro è affidata a Rosalba Demetrio, capo delegazione Fai Matera e vicepresidente regionale FAI Basilicata. A seguire gli interventi di Onofrio Cutaia, direttore generale spettacolo MiBAC, Anne d?Arbeloff e Selene Guerrieri, moglie e figlia di Gerardo Guerrieri, Stefano Geraci, docente Università Roma Tre, Tommaso Le Pera, fotografo teatrale, Ferruccio Marotti, Storico ? professore emerito dell?Università La Sapienza di Roma, Mariano Rigillo, Attore e direttore della scuola di recitazione del Teatro Stabile di Napoli ? Teatro Nazionale, e Fabio Segatori, Regista.

 

Oreste Roberto Lanza


ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor