logo bn ultimo

 

Tradizione enogastronomica e tanta accoglienza nel grazioso centro del Vulture

Un viaggio nei sapori e colori del Vulture. La diciassettesima edizione si è svolta il 12 e 13 ottobre scorso, nel Parco Urbano delle Cantine di Rapolla. E’ stato un grande evento enogastronomico, atteso, come sempre, dagli appassionati di vino e prodotti tipici.Protagonista, il vino, innanzitutto, ma anche la castagna, i funghi, gli ortaggi autunnali. La magia di un borgo in festa, lo scenario meraviglioso e suggestivo delle grotte-cantine di Fosso Tiglia e di via monastero, scintillanti di mille candele, ha reso l’evento, un’esperienza sensoriale a 360 gradi.

Come ogni appuntamento anche quello 2019, ha raccontato la storia, la tradizione enogastronomica, il senso dell’accoglienza, l’unicità di un territorio, la valorizzazione delle materie prime locali, la vera anima dell’evento che lega a filo doppio i sapori e i saperi di una volta e li proietta nel presente. Programma intenso che si è svolto in diversi momenti: “Villaggio contadino” con dimostrazione antichi mestieri e giochi popolari; Borgo dei Briganti. Scene di vita vissuta sul Brigantaggio Lucano; “Colazione nel parco”, Acqua Sal, pan e latt, bscott c r zoccr, pan e marmellate per riassaporare i prodotti della tradizione; Spettacolo pigiatura dell’uva in costume tipico; Dimostrazione della trasformazione del latte con antichi metodi tradizionali; Degustazione Pane e Olio in frantoio; Visite guidate nel centro storico; Spettacoli di arcieri, spadaccini, musici sbandieratori e falconieri; Spettacoli di magia e artisti di strada; Mostra Fotografica “Rapolla Ieri e Oggi”; Rievocazione storica della distruzione di Rapolla. Un appuntamento unico per riscoprire quei sapori dimenticati di un tempo, il piacere di stare insieme e condividere momenti e semplici gesti, cercando di recuperare l’aspetto più autentico della vita.

 

Oreste Roberto Lanza


ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor