logo bn ultimo

 

Un senisese che obbedì agli impulsi della coscienza, non mai all’interesse personale

Ricordare per non dimenticare. Sono trascorsi ben 130 anni, quando il 12 aprile del 1890 Nicola Sole fu eletto senatore del Regno. Lucano della valle del Sinni, nacque a Senise il 1° luglio del 1833 dove poi mori 28 agosto 1901. Laureato in Legge fu prima deputato al Parlamento per ben sei legislature e quindi nominato a soli 57 anni Senatore del Regno. Dedicò la sua intera vita alla famiglia ma soprattutto alla gente di Lucania. Le pagine di storia raccontano che nelle ore di riposo adorava sedersi sotto un grande cedro del Libano, presente nella villa a Senise, per scrivere appunti di lavoro. La propria abitazione è situata nel centro storico ai piedi del castello, nel grande palazzo di famiglia con ingresso gentilizio con portone in pietra, di proprietà della famiglia Sole. Nella sua gioventù si era avviato alla carriera della magistratura, ma fu travolto dalla politica militante.

Prese parte agli avvenimenti del 1860 che gli cagionarono seri fastidi dalla polizia borbonica e lo additarono perciò alla riconoscenza dei suoi compaesani, i quali, per ben sei volte, gli affidarono il mandato di rappresentare il collegio di Chiaromonte alla Camera dei deputati. Prima fu consigliere provinciale e poi Sindaco di Senise. Negli Atti della Camera, Nicola Sole fu decisivo nella realizzazione della tratta ferroviaria Napoli-Reggio Calabria, Lagonegro-Castrovillari e per la Sapri-Jonio. Nella XVII legislatura del Regno d’Italia, Nicola Sole tra i tanti, fu in compagnia di personaggi illustri. Da Giosuè Carducci poeta, scrittore, critico letterario e accademico italiano, Costantino Nigra, filosofo, poeta e diplomatico italiano, Luigi Orlando importante ingegnere, Ubaldino Peruzzi de' Medici, Sindaco di Firenze uno dei primi Ministri del neonato Regno d’Italia, Domenico Turazza, grande matematico del tempo, Vincenzo Stefano Breda ingegnere e grande imprenditore italiano e, infine, Desiderato Chiaves poeta, giornalista, politico, giureconsulto e musicista italiano.

Diverse le proposte presentate alla Camera e al Senato di migliorie per la propria terra. Dell’autorevole Senatore senisese la storia racconta di un uomo che non sapeva levar rumore intorno a sé, ma la sua condotta prima come deputato e poi come Senatore, fu animata da sentimenti di libertà e di indipendenza. Documenti custoditi negli archivi storici raccontano di un impegno che obbediva agli impulsi della coscienza e non mai all’interesse personale. Senise ancora oggi può essere fiera di aver dato i propri natali a Nicola Sole vero patriota che servì nobilmente il suo paese, la terra di Lucania in particolare quella della valle del Sinni: unico esponente politico di rilievo, nonché Senatore, che Senise abbia avuto nella sua storia.

 

Oreste Roberto Lanza

 


ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor