Valentina Bisti: conservate questa terra vale veramente la pena vivere qui

“Tutti i colori dell’Italia che vale – storie da un paese che guarda avanti”, edito da Rai Libri, è il libro fresco di stampa, di Valentina Bisti, giornalista Rai e volto noto di Unomattina. Un libro con cui l’autrice dona al lettore ben 17 storie di persone che di fronte a grandi difficoltà, da una malattia a un lutto, da una notizia inaspettata a un drastico capovolgimento della loro vita, hanno trovato la forza di risollevarsi, di guardare avanti e di recuperare la fiducia in sé stessi: un’Italia che ce l’ha fatta imponendo alla propria esistenza il raggiungimento di un obiettivo. “Un libro nato – sottolinea Valentina Bisti, raggiunta telefonicamente dalla nostra redazione – appunto a Unomattina nella rubrica “l’Italia che vale” dove ogni settimana invitavo delle persone che avevano avuto delle storie straordinarie di vita legate dal filo della speranza, della rinascita”. Diversi racconti per dire che c’è un Italia vera quella che si sa rialzare con forza e coraggio vincendo le sfide della vita. “Esatto – continua Valentina Bisti – ci sono persone, uomini e donne, che hanno portato avanti un sogno.

Voglio ricordare la storia di Daniela Rambaldi di far conoscere il padre, Carlo, noto a livello internazionale per le sue opere in campo cinematografico ricordando i due Oscar ai migliori effetti speciali per Alien ed E.T. l'extra-terrestre, oltre che l'Oscar Special Achievement Award per gli effetti visivi di King Kong”. Tra queste emozionanti storie c’è la Lucania: Aliano, definita dall’autrice, luogo di confine di Carlo Levi, paese in declino, dove il primo cittadino, sfruttando la poesia dei calanchi e la storia della letteratura, lo ha reso vivo e con molte opportunità. Matera, un futuro da regina voluto dal riservato sindaco Raffaello De Ruggeri, insieme con tutta la città, ha saputo, dice la giornalista Bisti: “trasformare le sue fragilità in grandi punti di forza”. Una città, salotto di grande cultura fin dalla crisi del trecento e la lenta rinascita umanistica, cui l’autrice non riesce a nascondere il suo grande innamoramento per via anche di uno scenario senza tempo come sono i Sassi. “Matera – precisa Valentina Bisti – è stato ed è un grande amore: ricordo quando sei anni fa arrivai in questa città pensai di trovarmi in un film, in una realtà diversa dal solito. Sono rimasta affascinata da questi luoghi dai paesi circostanti, dalla gente composta che porta avanti le proprie tradizioni con molta convinzione. La gente che con dolcezza ti apre le proprie abitazioni, offrendo con semplicità quello che ha di proprio. Insomma la Lucania per me è stata una grande scoperta, un luogo di grande arte e cultura.

Una città che meritava di diventare un grande palcoscenico visibile a tutto il mondo con Matera 2019”. Una città, Matera, che le sue fragilità le ha sapute trasformare in punti di forza. “Vero –dichiara Valentina Bisti – grazie a tutti in particolare al sindaco Raffaello De Ruggeri persona innamorata della propria città, delle sue viscere, delle sue debolezze e delle sue imperfezioni”. Un’attenzione rivolta anche ai calanchi di Aliano. “La passeggiata con il poeta – paesologo, Franco Arminio – aggiunge Valentina Bisti – è stata un’emozione indescrivibile”. Storia, cultura ma anche gastronomia di eccellenza lucana. “Non dimenticherò mai il peperone crusko, ma soprattutto il pane di Matera che spero venga tutelato e valorizzato da incursioni esterne”. Voglia di tornare sempre in questo luogo da conservare e tutelare. “La Basilicata è bella così, – conclude Valentina Bisti – le fragilità di questa terra sono belle, non è detto sempre che devono essere trasformate a tutti i costi”. Mentre corre per i soliti impegni televisivi, Valentina Bisti ci dice: “conservate questa terra vale veramente la pena viveri qui”.

 

Oreste Roberto Lanza