Imprenditori e residenti di Galdo chiedono un percorso alternativo

“Chiediamo la riapertura in tempi brevi del tratto stradale interrotto dalla frana del 13 gennaio scorso; almeno l’attivazione di un percorso alternativo”. La richiesta è stata formulata alle istituzioni competenti, dai cittadini e imprenditori residenti in zona Pianomenta in contrada Galdo in territorio di Lauria. Una rivendicazione espressa in una pubblica manifestazione organizzata da tutti i residenti e gli esercenti di attività commerciali che hanno occupato il tratto di strada ancora chiuso e lo svincolo di Lauria nord.
Il sindaco Angelo Lamboglia, assente alla manifestazione per un incontro in Regione con i vari tecnici, non ha fatto mancare ai partecipanti un suo pensiero. “Desidero comunque esprimere vicinanza a tutti i cittadini – ha precisato Angelo Lamboglia- che protestano per una criticità che provoca un forte disagio per le attività commerciali e imprenditoriali, le aziende artigiane, gli studenti e le famiglie tutte di Lauria compresi i comuni limitrofi della valle del Mercure. Va affermato, però, che ci sono procedure amministrative che vanno seguite. Le manifestazioni come quella odierna vanno bene per tenere alta la tensione, però per garantire la pubblica incolumità si deve seguire l’iter che la legge esprime per queste situazioni. Ho già convocato, per il prossimo 13 febbraio, presso la sala consiliare del comune di Lauria, un tavolo istituzionale per consentire a Provincia e Regione di esporre le fasi dell'intervento e ai cittadini e all'Amministrazione di esprimere le proprie posizioni”.
La gente scesa in strada ha chiesto percorsi alternativi per ovviare a questo momentaneo disagio. “Per avere un percorso alternativo –ha chiarito Angelo Lamboglia- bisogna pensare a una strada che abbia le stesse caratteristiche dell’ex SS19. Qualsiasi altra arteria potrebbe risolvere soltanto i problemi di traffico se la strada alternativa rispetta i parametri previsti per legge”. Una ultim’ora precisa un’intervenuta mediazione tra i manifestanti e il maresciallo dei carabinieri, Caputo, che ha permesso di anticipare l’arrivo a Lauria di funzionari della Provincia per chiarire i tempi dell’inizio dei lavori per rendere percorribile il tratto di strada interessato dalla frana.


Oreste Roberto Lanza


0
0
0
s2sdefault