SENISE – Una domenica da dimenticare sulla Statale Sinnica in corrispondenza del km 35.2 in territorio di Chiaromonte, sul viadotto “Cicurelle” del torrente Rubbio. L’impatto tra la Ford Fusion e l’Alfa 147 è stato fatale per i due conducenti; Pietro D’Angelo, 57 anni agente penitenziario di Aliano ma residente a Scandicci in Toscana e Giuseppe Stefano Cancelliere, 43 anni di Policoro. Proprio quest’ultimo, era diretto a San Severino Lucano, precisamente in località Mezzana dove ad aspettarlo un gruppo di escursionisti pronti a dirigersi sulle vette del Pollino. Grande esperto di Biodiversità, che da anni studiava meticolosamente con tanta passione, Giuseppe girava molto con gruppi di studi, per aumentare le sue competenze. La fatalità però ha voluto, che alle 7.30 circa la sua vita terminasse tra le lamiere accartocciate della sua Ford Fusion. Tanto lo sgomento tra i parenti ed amici della cittadina jonica, che alla tragica notizia è rimasta atterrita. Ricordiamo che la madre di Cancelliere ha origini di Senise. Al momento la salma si trova presso l'ospedale di Lagonegro, in attesa di essere trasportata nella cittadina jonica. 

Claudio Sole


0
0
0
s2sdefault