casa rocco scotellaro

 

Il comune di Tricarico ha chiuso l’iter e ora parte un nuovo percorso

Il Parco dedicato a Rocco Scotellaro, sindaco di Tricarico all'età di ventitré anni, entra nell’associazione dei Parchi Letterari Nazionali. Dopo Isabella Morra, Albino Pierro, Carlo Levi, anche Rocco Scotellaro, scrittore, poeta e politico italiano, avrà la sua attenzione negli incontri culturali programmati nell’anno di Matera Capitale della cultura 2019. Tursi e Tricarico insieme con Rocco Scotellaro e Albino Pierro. L’atto conclusivo di questo percorso è stata la delibera di Giunta comunale di Tricarico, numero 8 del 28 gennaio scorso. Un provvedimento che perfeziona e conclude l’iter di adesione di Rocco Scotellaro, nell’associazione dei Parchi Letterari Nazionali, con il chiaro obiettivo di valorizzare il grande patrimonio storico e culturale della città di Tricarico. Un passaggio rilevante a cui si accennò, per la prima volta, durante la cerimonia di consegna della cittadinanza onoraria tricaricése ad Ulderico Pesce, Rocco Papaleo e al giudice Giuseppe Battarino lo scorso 16 dicembre, frutto dell'impegno del sindaco di Tricarico, Antonio Melfi e dell'assessore preposto Roberta Di Dio.
“Rocco Scotellaro, come il nostro Albino Pierro – ha sottolineato Salvatore Cosma, primo cittadino di Tursi, delegato dal Presidente dei Parchi Letterari Stanislao De Marsanich, raggiunto telefonicamente dalla nostra redazione - rappresenta l'emblema dell'anima di una comunità che non si piega davanti alle difficoltà. Con l’entrata ufficiale di Rocco Scotellaro la cultura lucana ottiene il suo massimo splendore, con l’associazione dei Parchi Letterari Nazionali”.

Il passo successivo sarà quello della programmazione di eventi e manifestazioni. “Come si è potuto apprendere – continua Salvatore Cosma, sindaco di Tursi, delegato dal Presidente dei Parchi Letterari Stanislao De Marsanich – lo scorso 11 dicembre vi è stato un incontro nazionale a Roma, presso il parlamentino delle Foreste del Comando unità per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare Carabinieri C.U.F.A. che ha visto coinvolti tutti i Parchi Letterari italiani, le amministrazioni comunali ed i Carabinieri Forestali per rafforzarne l'unione, la tutela, la salvaguardia e la cooperazione. Il prossimo, probabilmente il 10 marzo, si farà in lucania con il comando regionale forestale proprio per mettere insieme i Parchi Letterari Nazionali con i Parchi Ambientali per realizzare un’identità specifica della nostra terra. Valorizzare quanto più possibile, non solo i personaggi che hanno fatto la storia della Lucania, ma tutte le risorse naturali che possediamo, ponendole a disposizione dei visitatori. A questi si sommeranno le giornate dei Parchi Letterari dove ogni comune promozionerà il suo personaggio simbolo. Tutte le iniziative saranno in piena sintonia con Matera Capitale della Cultura 2019”. La cultura come forza di un vero rinascimento della Lucania. “Uno spunto – conclude Salvatore Cosma- e un punto di partenza essenziale per invertire la rotta del nostro tempo”.

Oreste Roberto Lanza


0
0
0
s2sdefault