Allo stadio Simonetta Lamberti, Cavese- Potenza 1-1. Al Simonetta Lamberti la partita tra metelliani e lucani finisce con una rete per parte. Lo scorso anno è stato il match-clou del Girone H di Serie D, quest’anno Cavese-Potenza hanno fatto il salto di categoria e sono ora in Serie C. I lucani vinsero il campionato proprio ai danni degli aquilotti, che hanno approfittato dei ripescaggi per tornare tra i ‘Pro’.Parte di corsa il Potenza di mister Raffaele che già nei primi minuti impensierisce la squadra di casa I soliti Franza, Genghi ed Emerson creano azioni pericolose all’interno dell’area della Cavese. Il Potenza ci crede di più dei padroni di casa. Al 25’ la pressione lucana si trasforma in vantaggio. È l’ex monopolitano Genghi ad insaccare in rete dopo un bel assist del vecchio cuore rossoblù Franza. La Cavese non ci sta è cerca il pareggio. Al 26’ la Cavese si guadagna un calcio d’angolo che non produce gli effetti sperati. Un minuto dopo l’arbitro fischia una punizione per la Cavese che finisce tra le gambe dei giocatori lucani presenti in barriera. Poi tra il 27’ e 34’ minuto l’arbitro è costretto a fermare il gioco per grossi tafferugli nelle tribune tra le due tifoserie. Attimi di tensione e panico in Tribuna Centrale dove sono presenti tifosi metelliani e tifosi lucani. Scaramucce tra le due tifoserie, che  spingono l'arbitro Vigile di Cosenza a sospendere momentaneamente il match per oltre cinque minuti. Un uomo, sulla sessantina, è stato soccorso dai sanitari presenti perché caduto accidentalmente in seguito al gol della squadra lucana. L’uomo è stato portato via in barella dai soccorsi. Alla ripresa il Potenza continua nel pressing a centrocampo alla ricerca del raddoppio. Cavese che si difende con ordine a centrocampo provando delle ripartenze. Al 35’ la Cavese prova a rispondere al vantaggio di Genghi con un corner, palla che viene neutralizzata dall’estremo difensore del Potenza Ioime. Il Potenza è vivo e ci crede. Al 45’ ancora un pericoloso tiro da fuori area di Genghi mette i brividi alla difesa biancoblù. Al 47’ schema d’angolo e tiro in porta di Andrea Migliorini dai 25 metri difficile la parata del portiere lucano Ioime che mette in angolo. Cinque minuti di recupero e tutti negli spogliatoi con il vantaggio dei lucani. Ripresa, al 51’ grossa chance per la Cavese. Colpo di testa di Francesco Bruno su azione di calcio d’angolo battuto da Domenico Bettini, palla che termina a lato di poco. Nel frangente, la squadra di casa ha battuto già ben 3 corner consecutivi. Al 57’ la Cavese effettua una doppia sostituzione. Escono Flores Heatley e Tumbarello ed entrano Agate e InzoudinePadroni di casa più decisi e convinti di arrivare al pareggio. Parità che si concretizza al 67’. Ennesimo corner, dei padroni di casa, stacca di testa Palomeque in area di rigore e batte Ioime. Esplode il Lamberti. La Cavese a questo punto ci crede e continua nei lanci lunghi da centrocampo creando non poche difficoltà alla squadra allenata da Raffaele. Al 68’ gli aquilotti vanno vicino al raddoppio. Bomba di Andrea Migliorini dalla distanza, parata decisiva di Raffaele Ioime che mette in calcio d’angolo. Sul tiro dalla bandierina, ancora il numero 4 da fuori sfiora il palo. Ancora Cavese dieci minuti dopo. Al 78’ occasione per il centrocampista cavese Agate. Ripartenza velocissima della Cavese, cross di Giuseppe Fella al bacio per il 24 che aggancia malissimo e favorisce la presa di Ioime. Sale il nervosismo in campo, la partita si fa molto calda con una Cavese che vuole il vantaggio e il Potenza che cerca di portare a casa almeno un punto. All’86’ viene ammonito il giocatore della cavese Fella per una scorrettezza ai danni del potentino Piccinni. Al 89’ Potenza in dieci per l’espulsione del centravanti Franza. Rosso diretto per il centravanti dopo un duro intervento ai danni di Bruno. Potenza che non ne ha più nelle gambe. Raffaele procede ad un doppio cambio. Matino e Giron rilevano Guaita e CocciaDopo cinque minuti di recupero l’arbitro della sezione di Cosenza Mario Vigile chiude l’incontro su un giusto risultato di parità.

Oreste Roberto Lanza

0
0
0
s2sdefault

Esaltante e meritata vittoria casalinga della Volley Academy Matera nella sesta giornata del campionato regionale di serie D di pallavolo maschile. I ragazzi allenati da D’Onghia si impongono in rimonta al tie – break sulla P2M Potenza, squadra favorita alla vittoria finale del campionato, e consolidano la terza posizione in classifica, ora occupata con 11 punti ed una lunghezza di ritardo dal Melfi, due dalla capolista P2M Potenza, al primo ko stagionale. Partenza più decisa e ruggente della formazione ospite che vince i primi due parziali a 15, approfittando della temporanea assenza del materano Giuseppe Chieco, poi regolarmente in campo dal terzo set, momento in cui la squadra di casa cambia decisamente marcia e riesce a ribaltare la situazione. Terzo e quarto set entrambi vinti dalla Volley Academy Matera a 19 e pratica dunque da decidersi al tie – break, che va ai locali a 11, per il 3-2 finale che fa esplodere il caloroso pubblico presente sugli spalti e permette di riscattare rapidamente la sconfitta, la prima della stagione, rimediata nel turno precedente a Melfi. Non delude dunque le aspettative il big match disputato nella città dei Sassi: una partita giocata a viso aperto da due formazioni di grande livello per due ore e quindici minuti, regalando grande spettacolo agonistico. Alla fine il trionfo va alla Volley Academy Matera, brava a crederci fino all’ultima palla messa a terra, ottenendo una vittoria di grinta e d’orgoglio, voluta e inseguita da tutto il gruppo. La Volley Academy Matera, nel prossimo fine settimane, osserverà il proprio turno di riposo per poi tornare in campo, sabato 22 dicembre alle 20, nuovamente tra le mura amiche contro il Sapri, insidiosa formazione di metà classifica.

0
0
0
s2sdefault

La PM Asci Potenza non riesce ad avere la meglio nei confronti di Orsa Cuti Volley che grazie al 3-0 di questa sera si porta a quota 20 in classifica. Buona prova della PM Asci di Telesca e Cameriero che a tratti esprime una buona pallavolo ma la poca esperienza del roster potentino favorisce le locali. Nel primo set l'Orsa Cuti si dimostra subito in palla e mette in campo la propria migliore posizione di classifica portandosi in avanti e chiudendo il parziale sul 25-14. Nel secondo set prosegue il dominio delle padrone di casa che si portano avanti già dalle battute iniziali creando un distacco notevole e obbligando la PM Asci ad una rincorsa che purtroppo non arriva, Orsa Cuti si aggiudica il secondo parziale con il risultato di 25-10. Nel terzo set la PM Asci Potenza torna in campo per cercare di rientrare dallo svantaggio ma la locali sono determinate a chiudere ben presto i giochi. Orsa Cuti si impone così con il parziale di 25-16 chiudendo i giochi sul definitivo 3-0. Nel prossimo turno la PM Asci Potenza scenderà in campo sabato 15 dicembre alle ore 18:00 alla Palestra "Emilio Caizzo" di Potenza per ospitare la Real Volley Conversano per la decima giornata del Campionato di Serie C femminile girone B.

ORSACUTI VOLLEY - PM ASCI POTENZA: 3-0 (25-14, 25-10, 25-16)

ARBITRI: Magrone e Mancini.

0
0
0
s2sdefault

SENISE – Derby del Sinni domani pomeriggio tra Latronico e Real Senise, nel campionato di Eccellenza. Una gara che arriva dopo il pareggio esterno sul campo del Real Tolve per i ragazzi di mister Maurizio De Pascale. Nel frattempo ieri la squadra ha svolto un test amichevole contro la formazione del San Severino, che ha visto i sinnici vittoriosi con il risultato di 6-2. Le reti hanno portato la firma di: Lavecchia, Di Nella, Di Lascio, Salzano, Picaro e Giannuzzi. Domani però sarà un’altra cosa, perché il Latronico è voglioso di fare punti sul proprio terreno di gioco, vista la sconfitta casalinga di domenica scorsa contro la vice capolista Lavello per 0-1, ma soprattutto per risalire posizioni in classifica, che li vede adesso in terz’ultima posizione con soli nove punti. In casa Senise l’intera rosa è al completo, ad eccezione dell’infortunato Pasquale Ferrara. A dirigere la gara sarà il signor Antonio Di Reda, coadiuvato dagli assistenti Mario Viola e Marco Favale. Fischio d’inizio fissato per le ore 14:30.

Claudio Sole

0
0
0
s2sdefault

Il forte centrocampista senisese Fabio Pioggia è un calciatore dell’Atletico Lauria, formazione del campionato di Promozione lucana. La firma è arrivata in serata, con il primo allenamento con i nuovi compagni di squadra. «La scelta di firmare per il Lauria – dice il centrocampista Fabio Pioggia, raggiunto telefonicamente dalla nostra redazione – è stata dettata dal fatto che reputo la società composta da persone serie, che mi hanno voluto fortemente qui. La motivazione che mi ha spinto a firmare è la solidità della società, ma soprattutto il progetto ambizioso che hanno, che è costrutito per vincere il campionato. Ho deciso di scendere di categoria, proprio perché sono fiducioso di poter far bene nel nuovo ambiente. Cercavo nuovi stimoli,- conclude - dopo una prima parte di stagione che non è andata come speravo». Ricordiamo che Pioggia arriva dal Real Metapontino, formazione di Eccellenza.

Claudio Sole 

0
0
0
s2sdefault

Si è svolta a Roma presso l’hotel “Holiday Inn” la riunione federale della Lega Nazionale Dilettanti per fare il punto sulla stagione in corso. Hanno partecipato il presidente della Lnd Cosimo Sibilla, il vice presidente Lnd Area Centro Giuseppe Caridi, il coordinatore Luigi Barbiero e il segretario del Dipartimento Interregionale Mauro De Angelis. Presenti anche i consiglieri: Ivano Becci, Piero Bertapelle, Massimo Caldaroni, Franco Cupparo, Giuseppe Dello Iacono, Giacomo Diciannove, Sergio Gardellini e Maria Teresa Montaguti. Insieme a loro più dei due terzi dei dirigenti delle società di Serie D, a conferma del coinvolgimento di tutti gli interessati. Presente anche il selezionatore della Rappresentativa di Serie D e dell’Under 18 Lnd, Tiziano De Patre. «E’ stato un incontro proficuo ed interessante – ha commentato Franco Cupparo, consigliere della Lnd, raggiunto telefonicamente dalla nostra redazione – dove si è confermata la formula dei play off e play out della scorsa stagione dopo la regular season. Nel corso della riunione sono stati presentati gli staff tecnici dei tornei di Viareggio e Under 15, 16 e 17. La cosa positiva è che non ci sono stati malumori per il lavoro svolto fino ad ora da parte del consiglio della Lnd, pertanto il nostro compito prosegue con il massimo impegno. Con immenso piacere abbiamo ricevuto i complimenti del presidente Cosimo Sibilla, che è sempre presente alle nostre riunioni, non facendo mancare mai il suo sostegno. Per questo a lui va tutto il nostro ringraziamento – conclude Cupparo – perché è una persona che ama il suo lavoro, ma soprattutto crede nel lavoro che noi del consiglio di Lega nazionale Dilettanti stiamo portando avanti in questi anni».

Claudio Sole

0
0
0
s2sdefault

SENISE – I cori di cattivo gusto nei confronti di mister Maurizio De Pascale ieri sul campo del Tolve, dove si giocava la gara tra i padroni di casa e il Real Senise non sono piaciuti al presidente dei sinnici Vincenzo Clemente: «Purtroppo questo non è sport – ha dichiarato il presidente del Senise, raggiunto telefonicamente dalla nostra redazione – episodi del genere non sono affatto giustificabili da parte di pseudo tifosi che la domenica vanno allo stadio ad offendere pesantemente gli avversari». Ricordiamo che sono stati rivolti cori di cattivo gusto contro l’allenatore del Real Senise Maurizio De Pascale, insultato con frasi ingiuriose verso i propri defunti nell’arco di tutti i novanta minuti di gioco. Ad aggravare le cose, anche uno striscione esposto ad inizio gara sugli spalti che riportava la scritta: “De Pascale maiale”.

Va bene la rivalità o dei vecchi rancori tra il gruppo ultrà “Kaoten” e il tecnico ebolitano, ma ad arrivare a tutto ciò, è davvero indecoroso. «Siamo molto dispiaciuti come società – dice Patron Clemente – per l’accaduto. Da parte mia e di tutti i dirigenti, il massimo sostegno a De Pascale con la speranza che queste cose non si verifichino più sui campi di calcio. Adesso voltiamo pagina – conclude – pensando al calcio giocato con i prossimi impegni dei nostri ragazzi, al quale rivolgo i miei complimenti per quello che stanno facendo in campo».

Claudio Sole

 

 

 

 

0
0
0
s2sdefault

Allo Stadio Alfredo Viviani, Potenza- Virtus Francavilla 3 -1. I brindisini della Virtus Francavilla Calcio escono dallo stadio potentino con una sonora sconfitta. Una domenica da incubo per la Virtus Francavilla, da sogno per gli uomini di mister Raffaele.L’avvio per i brindisini ospiti è piuttosto discreto.Si affacciano, davanti al portiere lucano, dopo 5 minuti ma al settimo passa in vantaggio la squadra lucana. Lo scatenato Guaita salta Sirri, tra i peggiori, e serve Franza sul secondo palo. Il bomber lucano non ci pensa due volte è mette in rete per il vantaggio del Potenza. È l’1-0, con il settimo sigillo in otto partite per il vecchio leone lucano che a 38 anni, al primo anno di Serie C, continua a dare forti emozioni alla propria squadra. La reazione dei biancazzurri è nulla: Sarao al 23esimo ci prova dal limite, palla alta. È l’unico tiro dei biancazzurri nel corso del primo tempo. Potenza convinta e compatta a centrocampo vuole il raddoppio. Al 37esimo arriva il tanto desiderato 2-0. Sugli sviluppi del quinto corner in favore dei rossoblù Sales spedisce in rete. La partita scivola verso i minuti finali con azioni coinvolgenti del team rossoblù che continuano a destare problemi alla retroguardia ospite ma che non sortiscono nessun nuovo risultato. Ripresa al gran galoppo da parte di Franza e compagni che cercano di chiudere la partita con la terza rete. Rete che arriva appena dopo 7 minuti di gioco. È Guaita, ancora una volta straordinario nel saltare tutti sul fronte destro d’attacco e mettere in rete. La Virtus e alle corde, reagisce per orgoglio e in alcune circostanze impensierisce il portiere potentino Ioime. Poi a sorpresa va in goal. Ci pensa Partipilo a trovare la rete della bandiera al quarto d’ora del secondo tempo. Il Potenza per nulla impensierito continua a macinare gioco con triangolazione misurate e veloci a centrocampo che permettendo agli attaccanti di avere l’ultima palla da battere verso la porta avversaria. Molte occasioni e sortite offensive. La Virtus ci prova all’83esimo con una punizione di Lugo Martinez. Il Mister brindisino, Trocini cambia poco: inserisce Vrdoljak e Vukmanic, ma cambia poco. Finisce 3-1. Per la Virtus Francavilla è notte fonda. Molto soddisfatto il mister lucano Raffaele. “Oggi il Potenza – ha sottolineato il mister Raffaele - mi è piaciuto tanto. Abbiamo sfoderato una grande prestazione.Abbiamo cercato sempre di giocare a calcio e devo fare un grande plauso ai miei ragazzi per come hanno preparato ed interpretato il match”. IlPotenza continua la scalata della classifica. Da stasera si attesta all’ottavo posto in piena zona play off con ben 20 punti a soli sette punti di distanza dalla seconda che si chiama Rende che domenica sarà di scena in Lucania a Matera. Per il Potenza il prossimo appuntamento domenica 9 dicembre 2018 ore 18.30 al Fanuzzi di Brindisi contro il Catanzaro di mister Auteri.

Potenza-Virtus Francavilla Calcio 3-1

Potenza: Ioime, Dettori (22’st Coppola), Strambelli (40’st Panico), Piccinni, Franca, Matera (45’st Matino), Giron, Sales, Emerson, Di Somma, Guaita (45’st Pepe). A disp: Breza, Mazzoleni, Caiazza, Salvemini, Fanelli, Leveque, Esposito, Paudice. All. Raffaele

Virtus Francavilla Calcio:Nordi, Sirri, Pastore, Lugo Martinez, Folorunsho (38’st Vukmanic), Marino, Monaco (14’st Vrdoljak), Partipilo, Sarao, Albertini, Pino. A disp: Turrin, Tarolli, Cason, Sparacello, Anastasi, Caporale, Arfaoui, Tchetchoua, Petruccetti. All. Trocini

Arbitro: Marco D’Ascanio di Ancona (Tiziano Notarangelo di Cassino-Simone Assante di Frosinone)

Reti: 8’pt Franca, 40’st Sales, 7’st Guaita (PO) 14’st Partipilo (VF)

Note: Ammoniti:Folorunsho, Lugo Martinez (VF)

Recupero: 1’pt, 3’st

Oreste Roberto Lanza

0
0
0
s2sdefault

Al Veneziani, Monopoli- Matera 1-0. Monopoli in maglia bianco-verde a strisce e calzoncini verdi. Matera in campo con la terza tenuta granata-azzurra, con calzoncini bianchi.Ci pensa Gerardi a beffare un Matera che stava già assaporando il profumo della conquista del pareggio. Illusione che dura quasi ottanta minuti prima del vantaggio biancoverde, peraltro giusto per quello che si è visto. Il Matera non riesce a portare a casa punti dal Veneziani. Secondo k.o. consecutivo per i biancoazzurri che disputano un altro match di sacrificio ma non riescono a fare punti.Primo tempo alla camomilla, seconda frazione dinamica e con qualche azione da annotare in più. Matera, nonostante il k.o. di martedì, proviene da tre risultati utili consecutivi: due vittorie e un pareggio. Il Monopoli, invece, ha messo insieme quattro risultati utili consecutivi: due pareggi e due vittorie.Prima frazione giocata a centrocampo tra le due squadre alla ricerca della quadra studiandosi a vicenda. L’arbitro ha dovuto annotare soltanto caldi d’angolo per ambedue le formazioni.Al 13’primo corner del match: è per i biancoverdi senza alcun esito. Al 29’ ancora un tiro dalla bandierina per il Monopoli senza provocare nessuna difficoltà al portiere materano Farroni. Poi al 30’ e 32’ il Matera pareggia i conti con due corner che non producono gli effetti sperati nell’area dei monopolitani. Finisce il primo tempo senza nessuna emozione ma giocata a viso aperto da entrambe le formazioni. Seconda frazione senza nessuna sostituzione da parte dei due allenatori, Scienza e Imbimbo e con il Matera che nei primi minuti osa di più. Monopoli che non si fa sorprendere dalle incursioni lucane e cerca le dovute ripartenze. Al 61’ doppio cambio nel Monopoli. Escono Montinaro e Zampa, entrano Paolucci e Sounas. Nulla cambia tatticamente per i biancoverdi. Al 65’ azione pericolosa da parte degli attaccanti locali e il Matera che resiste. Al 70’ il mister monopolitano Scienza effettua una doppia sostituzione. Escono Rota e Mendicino, entrano Fabris e Gerardi Risponde Imbimbo con un doppio cambio un minuto dopo. Al 71’ escono Genovese e Grieco, entrano Casiello e Corso.Monopoli più aggressivo, incisivo e convinto di poter portare via i tre punti. Al 81’ la sorpresa. Vantaggio del Monopoli da parte del neo entrato Gerardi. È il neo entrato Sounas che con una bellissima giocata riesce a liberare Gerardi che beffa la difesa e riesce a bucare Farroni. Il Matera reagisce alla ricerca del meritato pareggio senza risultato alcuno. L’unico squillo, per il Matera arriva nel finale: ci prova Stendardo al 47’ con un’incornata dopo un corner: Gerardi sulla linea che salva il risultato. Finisce dopo cinque minuti di recupero una partita, stretta al Matera che probabilmente meritava il pareggio per le azioni prodotte. Biancoazzurri che si sono chiusi troppo e alla fine sono stati beffati.La probabile vittoria è rimandata a domenica in casa con il Rende.

MONOPOLI-MATERA 1-0

MONOPOLI (3-5-2): Pissardo, Gatti, De Franco, Bei, Rota (25’ st Fabris), Montinaro (16’ st Paolucci), Scoppa, Zampa (dal 16’ st Sounas), Donnarumma, Mangni (41’ st Maimone), Mendicino (25’ st Gerardi). A disp.: Saloni, Gallitelli, Mercadante, Ferrara, Mangione, Pierfederici, Mavretic. Allenatore: Scienza.

MATERA (4-1-4-1): Farroni, Risaliti, Stendardo, Auriletto, Genovese (31’ st Casiello), Galdean, Triarico, Grieco (31’ st Corso), Garufi (12’ st Scaringella), Ricci (38’ st Dammacco), Corado. A disp.: Fortunato, Sgambati, Lorefice, Hysaj, Milizia. Allenatore: Imbimbo.

ARBITRO: Luca Zufferli di Udine.

RETI: al 36’ st Gerardi (MO).

NOTE: Ammoniti: Rota (MO) e Risaliti, Casiello (MT). Angoli: 7-3 per il Monopoli. Recupero: 0’ p.t e 5’ s.t Spettatori: 2000 circa con una sessantina provenienti dalla Città dei Sassi.

Oreste Roberto Lanza

0
0
0
s2sdefault