Sigilli ad uno stabilimento balneare di 600 mq occupati senza permesso

Un'area demaniale marittima sulla quale erano stati realizzati dei manufatti abusivi attigui ad uno stabilimento balneare è stata sequestrata dalla Guardia costiera a Rocca Imperiale. Il sequestro è stato fatto in esecuzione di un provvedimento del gip del Tribunale di Castrovillari su richiesta della Procura. I militari hanno accertato che, durante la stagione estiva, lo stabilimento balneare, oltre all'area demaniale marittima di 600 metri quadrati data in concessione dal Comune, aveva occupato arbitrariamente altri 600 metri quadrati di suolo pubblico senza permessi a costruire e senza autorizzazione paesaggistica. In particolare erano state realizzate in zona sottoposta a vincolo paesaggistico opere come freschiere in legno, docce, pista da ballo, servizi igienici, strutture in ferro, aree pavimentate in calcestruzzo e piastrellate. A seguito di una precedente segnalazione era stata assicurata dai responsabili la rimozione delle opere, in realtà mai avvenuta.


0
0
0
s2sdefault

sponsor

Sponsor