Un passo indietro nella storia per ricercare aspetti di verità

Domani venerdì 11 ottobre alle ore 17:00, presso il salone di rappresentanza della provincia di Taranto, la sezione UNUCI (Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia) di Taranto, promuove il Convegno“Dissolvimento del Regno delle Due Siciliee condotta delle sue Armate nelle Province Pugliesi”. Ricordare per non dimenticare: un pezzo di storia finito nell’oblio che per tanti è necessario riabilitare per avere un quadro preciso della verità storica. Le istituzioni dell’antico regno vennero cancellate dal governo unitario e sull’esercito napoletano si abbatté una sistematica e reiterata campagna diffamatoria volta a ridicolizzarlo, a distruggerne la memoria o relegarlo nel dimenticatoio.

La storia militare delle Due Sicilie è piena di eventi ed episodi che testimoniarono l’efficienza organizzativa, del valore e delle indubbie doti morali dei soldati borbonici e di quanti combatterono al servizio della casa regnante. Dopo il saluto della Presidente dell’Istituto per la Storia del risorgimento Italiano, la Professoressa Vincenza Musardo Talò, l’incontro verrà introdotto da Gianni Passafiume, presidente della Sezione Provinciale U.N.U.C.I. di Taranto. Seguiranno gli interventi di Giuseppe Catenacci, presidente onorario dell’associazione nazionale ex allievi Nunziatella col tema “La Scuola Militare Nunziatella dalla sua fondazione ai nostri giorni”. Poi sarà la volta di Francesco Maurizio Di Giovine, Ricercatore storico, che tratterà il tema “Pagine di Storia Militare del Regno delle Due Sicilie nelle Province Pugliesi”. L’appuntamento fa seguito al Convegno sulla Grande Guerra, tenutosi nell’ottobre dello scorso anno col titolo “La Grande Guerra degli Italiani e dei Tarantini, Combattenti, Martiri ed Eroi”, e il Convegno svoltosi a maggio di quest’anno sul periodo storico definito "Belle Époque", sempre organizzati dalla Sezione tarantina. Obiettivo di questo incontro è di procedere all’indietro nel tempo, per porre l’accento sugli aspetti che hanno coinvolto le popolazioni e singoli protagonisti del nostro territorio durante il periodo del regno delle Due Sicilie.

 

Oreste Roberto Lanza


0
0
0
s2sdefault