Alla donna accompagnata al pronto soccorso dell’Ospedale di Polla le hanno riscontrato un trauma cranico

I Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina (SA), hanno arrestato un 35enne di origini rumene per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate nei confronti della convivente. La vittima, una donna 32enne di origini rumene, nella notte, si è presentata alla porta della Caserma dei Carabinieri, in stato di forte agitazione e scalza, riferendo ai militari di essere scappata da casa perché il proprio compagno, al rientro a casa, in stato di ebrezza alcoolica, aveva iniziato ad insultarla e a percuoterla con schiaffi e pugni al volto,

coprendole la bocca con una mano per impedirle di gridare e chiedere aiuto, minacciandola che se avesse chiamato qualcuno, l’avrebbe ammazzata davanti ai tre figli minorenni. La donna è stata poi accompagnata per le prime cure al pronto soccorso dell’Ospedale di Polla, dove i sanitari le hanno riscontrato un trauma cranico. I Carabinieri si sono subito precipitati nell'abitazione ed hanno tratto in arresto l'uomo, che era in evidente stato confusionale ed ubriaco.

ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor