logo bn ultimo

 

Troppi autovelox, abbiamo ricevuto tre multe per un viaggio in Sila

La strada Statale 106 Jonica tempestata di autovelox. Dispositivi mobili, con l’obiettivo di far cassa e non di evitare incidenti spesso mortali. Tra le tante postazioni mobili va segnalata ancora una volta quella nel comune di Amendolara, in provincia di Cosenza, dove più volte ci siamo occupati della questione. “La Calabria potrà dire addio a noi visitatori pugliesi”, forte è la critica che ci arriva in redazione da un turista leccese che nel ricevere in famiglia ben tre notifiche di multe (due ai rispettivi generi) dichiara che: “la Calabria può dimenticarsi di noi per il resto della vita. Per un viaggio fatto in Sila per una vacanza nei mesi scorsi, ci siamo ritrovati la bella sorpresa delle multe". Un grido di rammarico forte da parte del turista leccese che non è riuscito ad evitare l’autovelox pur avendo a portata di mano applicazioni Apple e vari altri segnalatori.

“Fare un ricorso alla fine significa pagare l'avvocato e rischiare di pagare lo stesso la sanzione”. Multe ricevute per pochi decimi di velocità in più. ”Pur rispettosi della velocità, abbiamo avuto multe da 47 euro a massimo di per 140 euro. La Calabria porta troppo stress con questi autovelox nascosti furbescamente”. Ormai è storia nota che nei pressi di un distributore di carburanti ad Amendolara in provincia di Cosenza, la Polizia Municipale, con una ritualità cadenzata, installa il dispositivo mobile senza predisporre tutti gli avvisi previsti dalla legge, ovvero il classico cartello di segnalazione, che in questo caso è a poco meno di un metro dall’autovelox.

Diventano fuorilegge (e pertanto impugnabili dinanzi al Prefetto o al Giudice di pace) le multe fatte da auto civetta o da strumenti nascosti: l’autovelox e gli agenti che lo controllano devono essere ben visibili dal guidatore. Ora le contestazioni di semplici viaggiatori e turisti comincia a crescere a causa delle diverse multe che stanno arrivando presso le rispettive abitazioni, con notevoli danni d'immagine per il territorio. 

 

Oreste Roberto Lanza


ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor