Il sindaco di Francavilla ha convocato i sindaci per l’incontro con il Comitato Tecnico

L’iter di attuazione della strategia dell’area interna del Mercure-Alto Sinni-Val Sarmento giunge a un punto di snodo per l’avvio delle azioni previste dalle linee elaborate dai sindaci dei 19 comuni che ne fanno parte. Il sindaco di Francavilla Francesco Cupparo, in qualità di primo cittadino del comune di riferimento per l’area interna di questa parte di territorio dell’area sud della Basilicata, ha convocato per martedì prossimo 29 gennaio, l’incontro per la presentazione della strategia territoriale al Comitato Tecnico Nazionale per le Aree Interne alla presenza di tutti i sindaci dell’area nonché dell’Autorità di Gestione PO FESR della regione Basilicata.
Si tratta dello step definitivo prima di passare all’attuazione operativa delle azioni previste per ciascuno dei diversi ambiti di intervento previsti dalla strategia. Alla stesura della proposta che sarà presentata martedì prossimo si è giunti in seguito ad una serie di focus e di incontri tra sindaci, amministrazioni, associazioni e stakeholder del territorio, che sono partiti, in via preliminare, da una attenta analisi delle criticità delle diverse comunità e dei territori, per giungere all’elaborazione di una strategia condivisa da tutti i comuni, che punti a modelli di gestione efficaci e coerenti con le loro esigenze.
“È stata un’esperienza interessante e coinvolgente per tutti noi –sottolinea il sindaco di Francavilla in Sinni Francesco Cupparo, che ha coordinato e guidato il lavoro dei colleghi- soprattutto per il grande pragmatismo e lo spirito di collaborazione che ha contraddistinto le decisioni sugli interventi da programmare. Nessuno meglio dei sindaci conosce le vere necessità delle proprie comunità perché nessuno come loro vive a stretto contatto con i propri cittadini, recependone i reali bisogni ma anche le reali aspettative.

Nel corso dei diversi focus abbiamo sentito da vicino la volontà di rinascita delle nostre comunità, testimoniata tanto dalla vitalità dei sindaci, molto spesso giovani e animati dalla voglia di fare, quanto da imprenditori, artigiani e professionisti, senza escludere i tanti giovani che vogliono rimanere nella propria terra per valorizzarne le potenzialità e sfruttarne le opportunità.

È soprattutto a loro che guarda la strategia che abbiamo elaborato.”
Una strategia che tocca i cinque ambiti principali di intervento, a partire dalla tutela del territorio, alla valorizzazione delle risorse naturali e culturali e del turismo sostenibile, alla implementazione dei sistemi agro-alimentari, al risparmio energetico e alla creazione di filiere locali di energia rinnovabile, fino alla valorizzazione e al sostegno dell’artigianato. A questi ambiti principali vanno aggiunte poi quelle relative all’adeguamento dei servizi essenziali di salute, istruzione e mobilità.
La Regione Basilicata ha individuato quattro territori quali “Aree Interne”. A quello del Mercure-Alto Sinni-Val Sarmento, si aggiungono quelli della Montagna Materana, dell’Alto Bradano e del Marmo Platano, per un totale di 42 comuni e 94 mila abitanti.
“La necessità di creare processi associativi e di razionalizzare la presenza di servizi sull’intero territorio dell’area interna –ha aggiunto Francesco Cupparo- ha reso indispensabile la capacità di superare i campanilismi e pensare in maniera coordinata per i comuni, sforzo che è riuscito grazie alla disponibilità da parte dei sindaci di guardare oltre il proprio territorio comunale e progettare con una prospettiva più ampia. Solo così potremo riuscire a tirare fuori dall’isolamento ciascuna piccola comunità e sentirci parte di una comunità più grande.”

Francesco Addolorato


0
0
0
s2sdefault

ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor