Aumentare gli standard qualitativi dei livelli essenziali di assistenza

Un interessante e costruttivo confronto si è svolto a Potenza presso la Residenza per Anziani “Sorridere al tempo”. All’incontro voluto da Vincenzo Clemente, candidato consigliere nella lista “Bardi Presidente. Basilicata Positiva”, ha preso parte anche il candidato governatore, Vito Bardi. Durante il dibattito sono emerse le problematiche che attanagliano il settore socio-assistenziale e che di fatti ne compromettono efficacia ed efficienza nella gestione di un servizio che una popolazione sempre più in crescita, quella degli anziani, continua a richiedere. “Noi facciamo più di quanto le nostre forze ci consentono per poter assicurare l’assistenza necessaria ma siamo in perenne difficoltà a causa dei numerosi costi che dobbiamo sostenere e che non possiamo sicuramente addebitare agli anziani che a stento riescono a pagare la retta”. È il grido d’allarme lanciato dai responsabili delle strutture socio-assistenziali per anziani al candidato presidente che si è detto pronto, qualora venisse eletto, ad intervenire sulla normativa che regola la materia socio-assistenziale. “È fondamentale che chi beneficia del servizio abbia l’assistenza opportuna e chi fa assistenza venga ripagato in maniera consona per offrire la giusta professionalità - ha dichiarato Bardi”. “Una questione che mi sta particolarmente a cuore - ha sottolineato Vincenzo Clemente - e per la quale mi batterò a partire dalla realizzazione di un manuale per gli accreditamenti che dovrà affiancarsi a quello delle autorizzazioni (che va necessariamente revisionato) così da poter garantire l’assistenza socio-assistenziale ad integrazione sanitaria e consentire un aumento degli standard qualitativi dei livelli essenziali di assistenza (Lea).


0
0
0
s2sdefault