rosa solimeno

 

L’appello della candidata: i lucani non si lascino travolgere dal populismo imperante

“Ho scelto di fare una campagna elettorale sobria, non basata sulla denigrazione dell’altro, sull’offesa, sull’accusa. Non perché non ci siano argomentazioni valide per attaccare la controparte politica, ma perché credo fermamente che nel tempo confuso in cui stiamo vivendo ci sia bisogno di dare l’esempio, di non seguire la scia del populismo e del qualunquismo imperante.”
È quanto afferma Rosa Solimeno, candidata alle elezioni regionali con la lista Avanti Basilicata a sostegno di Carlo Trerotola.
“Sono comportamenti necessari se vogliamo conservare quei diritti, quella libertà, quei valori che i nostri antenati hanno conquistato con sacrificio di vite umane. I lucani non hanno bisogno di populismo. I lucani hanno invece bisogno di impegno, serietà, responsabilità, competenze e soprattutto di un grande senso di umanità e rispetto. Sono perciò contraria agli attacchi da strumentalizzare sui media, contro le facilonerie di questo periodo storico, contro ogni tipo di slogan usato per ingannare l’elettorato, che si pone nella condizione dell’ascolto e che intende dare fiducia ai suoi rappresentanti politici.
In questi giorni ho scelto di incontrare i lucani ponendomi nella condizione dell’ascolto. Sono stata in tanti borghi della Basilicata, ho conosciuto tante persone ed ascoltato tanti pensieri, idee, esigenze e punti di vista. Perché sono convinta che la politica debba ritornare a parlare con le persone, debba ritornare sui territori e tra la gente.
Ciò che ho percepito è una sfiducia e un senso di abbandono che caratterizza i nostri piccoli comuni lucani. Ho avuto la conferma del particolare momento storico, economico, sociale che la nostra regione sta attraversando e del suo bisogno di nuova linfa vitale.
Io però sento di trasferirvi tutta la mia positività. Penso e ne sono convinta che il futuro della Basilicata, una regione con grandissime potenzialità e risorse, possa essere veramente di prosperità e sviluppo. Molte azioni sono state già implementate dallo scorso governo regionale, sull’ambiente, sullo sviluppo delle aree interne, sul turismo. Tutte finalizzate alla creazione di un nuovo modello economico, integrato, sostenibile e che riporti i piccoli borghi alla vitalità di un tempo. Tutto ciò sarà possibile se i lucani e non solo la politica, lo vorranno. Se dimostreranno di essere artefici del loro destino e non lo affideranno nelle mani di chi dalla nostra terra, dalla nostra storia, dalla nostra cultura è distante anni luce.
Con inventiva, con coraggio, soprattutto i giovani devono ricominciare a pensare che sia nei borghi e nelle piccole città della Basilicata il loro futuro. Serve urgentemente un’inversione di tendenza, un cambiamento di pensiero e di atteggiamento. Solo così l’impegno politico troverà un riscontro concreto nei fatti. Voglio dire con questo che la Basilicata non è nelle mani soltanto della politica, ma in quelle di tutti noi! Lavoriamo insieme per far sì che la Basilicata diventi un esempio virtuoso per tutte le Regioni del Sud d’Italia. Sono convinta sia possibile”.

Maria Teresa Merlino - Responsabile Comunicazione

 


ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor