Frantumato il potere stretto in mano in Basilicata dal centrosinistra per circa un quarto di secolo

L’elenco delle sconfitte del centrosinistra parte dal Molise, prosegue nel nord-est con Trentino e Friuli-Venezia Giulia e poi con i più recenti ribaltoni in Abruzzo e Sardegna. Ora il centrodestra festeggia in Basilicata, dove il nuovo presidente della Regione è Vito Bardi, candidato di Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia. Ha ottenuto il 42% dei voti davanti a Carlo Trerotola del centrosinistra al 33%, Antonio Mattia del Movimento 5 stelle con il 20,6% e Valerio Tramutoli di Basilicata possibile al 4%. È terminato così l’ultimo test elettorale locale prima del voto delle Europee di maggio. Test che Di Maio rifiuta di considerare una sconfitta.

Al primo posto nell’agenda c’è il lavoro», questa la priorità indicata da Vito Bardi, candidato di Forza Italia che ha frantumato il potere stretto in mano in Basilicata dai suoi avversari per circa un quarto di secolo. Davanti a una folla di giornalisti e telecamere, in un albergo alla periferia di Potenza dove ha atteso i primi dati con la famiglia, i suoi collaboratori e alcuni esponenti del centrodestra, Bardi ha esordito con una frase solenne. «Abbiamo scritto la storia, la Basilicata è pronta per il cambiamento». La Basilicata con «il centrodestra ha scelto la via del riscatto» ha continuato l’ex generale affermando di essere «emozionato come lucano e onorato come uomo delle istituzioni» a rappresentare oggi tutto questo. «È finita una campagna elettorale che è stata un’esperienza fantastica - ha continuato Bardi - in una regione splendida». Quanto al tema del lavoro: «i giovani saranno presenti e devono avere un’opportunità su questa terra. La Regione è di tutti e io sarò il presidente di tutti». Infine, un richiamo ai tre punti di riferimento della sua azione di governo ovvero trasparenza, meritocrazia e legalità. Ora iniziano i conteggi per capire da chi sarà formato il nuovo consiglio regionale. I meccanismi che faranno scattare le poltrone ai candidati consiglieri più votati delle rispettive liste saranno determinati dalla nuova legge elettorale applicata per la prima volta in Basilicata con queste elezioni regionali. In base ai voti ottenuti dalle liste saranno assegnati 13 seggi al centrodestra, di cui 8 per la provincia di Potenza e 4 per la provincia di Matera oltre a quello del Presidente e consigliere regionale Vito Bardi e 7 seggi all’opposizione, 5 per la Provincia di Potenza e 2 per la Provincia di Matera.

Silvia Silvestri


0
0
0
s2sdefault