Decisione presa solo per rafforzare la coalizione

Porta la data odierna, 1 luglio 2019, il decreto di azzeramento degli incarichi assessorili sottoscritta dal sindaco di Lauria, Angelo Lamboglia. Dopo appena sei mesi e un giorno, il primo cittadino di Lauria dispone la revoca degli incarichi assessori a Bruna Gagliardi, Donato Zaccagnino, Domenico Forastiero, Lucia Carlomagno e Rocco Boccia. Gli incarichi erano stati conferiti il 19 gennaio 2019 con il decreto recante la numerazione 1252.

Con il provvedimento di revoca, il primo cittadino di Lauria avoca a sé le rispettive deleghe in attesa di un probabile chiarimento politico. Ufficialmente perché richiesto da parte delle forze politiche della maggioranza per avviare un nuovo percorso di riflessione. “Una decisione – precisa Angelo Lamboglia – sindaco di Lauria, a seguito dell'avvenuta richiesta pervenutami, da parte delle forze politiche che compongono la maggioranza consiliare, di procedere a un ulteriore passaggio di riflessione condivisa al fine di mettere in campo le modalità organizzative più idonee per rilanciare l'azione amministrativa e per consolidare gli obiettivi di governo, considerata soprattutto la recente mutazione dei gruppi consiliari”. Dunque un azzeramento come atto utile per una nuova stagione amministrativa. “Un atto utile a sgomberare – sottolinea Angelo Lamboglia - da rendite di posizioni o da situazioni di fatto, il tavolo di confronto tra il sindaco e i segretari politici. Tavolo che partirà immediatamente e mi auguro vivamente possa concludersi in tempi rapidissimi”. Dopo il consiglio comunale di lunedì scorso, le diverse assenze eccellenti, per un attimo hanno lasciato intendere la fine dell’azione dell’amministrazione comunale e la caduta del sindaco Lamboglia. “Il provvedimento è solo un atto utile – aggiunge Lamboglia – venuto fuori dall’incontro che ho avuto con i segretari dei partiti di maggioranza alla luce anche del cambio numerico della composizione dei gruppi presenti all’interno dell’assise consiliare”. In passato Diversi i cambi di giunta, con uscita ed entrata di alcuni assessori. Quest’ennesima circostanza pone la domanda se ci siamo aspetti amministrativi o politici da approfondire ancora. “Certo – prosegue Lamboglia – nei prossimi incontri politici si capirà di più.
Sicuramente questa potrebbe essere un’opportunità per cogliere tante occasioni di gestione. Dal mutuo per le strade, la misura 4.3.1 la viabilità rurale, l’illuminazione del campo sportivo a Lauria Inferiore, tanti i provvedimenti che si stanno concretizzando. Stiamo risolvendo la questione rifiuti il palazzetto chiuso, il recupero dei fondi sull’energia, questione aumento della differenziata”. Questione rilevante i tempi della verifica politica alla luce di approvare il bilancio di assestamento. “Certo – dice ancora Angelo Lamboglia- seguirò in prima persona tutti tavoli politici. Quello che chiedo è di fare presto per non compromettere quello che di buono è stato fin qui prodotto. Ma soprattutto di avere a mente le scadenze amministrative che non posso essere sottovalutate”. Un sindaco ancora in bilico da tempo a Lauria. “La mia coscienza- conclude Angelo Lamboglia – è tranquilla perché ho fatto e faccio il possibile per amministrare questa città. Poi in politica si è sempre in bilico”.

 

Oreste Roberto Lanza


0
0
0
s2sdefault

sponsor

Sponsor