logo bn ultimo

crollo argine sinni

 

La piena ha abbattuto oltre 30 metri di muro. A rischio anche la condotta fognaria del depuratore

Con il maltempo di questi giorni, per quanto non sia stato violento e devastante, la strada interpoderale che in contrada Sicileo costeggia il fiume Sinni è di nuovo in pericolo. Già nelle giornate di intense piogge dello scorso dicembre la piena del fiume aveva rotto gli argini abbattendo circa 30 metri di muro e infilandosi verso l’interno per circa 10 metri. La pioggia di questi giorni ha aggravato la situazione. La strada che costeggia il fiume e che porta verso diversi fondi privati si è drasticamente ristretta riducendosi ormai a una lingua di terra battura lungo la quale a stento passano i mezzi dei proprietari.

I terreni in questione sono quelli delle terre di recupero, in agro di Senise, che corrono lungo la SS Sinnica costeggiando il fiume che da anni versa le sue acque nella diga di Monte Cotugno. Già da tempo i proprietari sono costretti a fare attenzione a non cadere nel letto del fiume che ormai si è allargato e ha preso buona parte del terreno su cui sorge la strada interpoderale.
A questo pericolo, poi, si aggiunge quello della condotta fognaria che proviene dal depuratore di Francavilla in Sinni. Quella linea, infatti, passa proprio sotto la strada in questione e il crollo degli argini ha aperto una falla di erosione che guadagna terreno ad ogni piccola piena del fiume. I proprietari sostengono di essersi già rivolti ad Acquedotto Lucano, che si occupa della linea fognaria, ma di non essere stati soddisfatti nelle loro richieste di messa in sicurezza. Il problema sono le solite competenze. Chi deve intervenire non si sa ma nel frattempo si sa di certo che la strada sta continuando a cedere e che a poco a poco il fiume eroderà completamente il terreno rendendo impossibile ai proprietari il raggiungimenti dei propri fondi. Ma il rischio è anche che l’erosione possa raggiungere le condotte fognarie, e allora è facile immaginare quel che potrebbe accadere. 

Francesco Addolorato


ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor