logo bn ultimo

 

Ieri si è recato nella struttura jonica e nei prossimi giorni negli altri presidi regionali

L’assessore regionale alla sanità Rocco Leone, nella mattinata di ieri, si è recato in visita presso la struttura ospedaliera “Giovanni Paolo II” di Policoro per constatare di persona la situazione, ad oggi, nei vari reparti. «La mia visita è stata voluta fortemente, per capire – dice l’assessore Leone raggiunto telefonicamente dalla nostra redazione – come è, al momento, la situazione nell’ospedale di Policoro, visto che siamo in una fase in cui l’emergenza sanitaria, dovuta al coronavirus, nella nostra regione è quasi rientrata. Ho visitato alcuni reparti, tra cui la Medicina e i reparti chirurgici, per capire lo stato dell’arte del personale.

Adesso bisogna riprendere – continua Leone - le normali attività, cominciando a smaltire ciò che è rimasto in sospeso con turni lavorativi possibilmente anche di sabato e di domenica. Occorre poi risolvere il problema legato alle assunzioni. Abbiamo un piano triennale per le assunzioni, inerente alla carenza di infermieri. Purtroppo, mi duole dirlo, si scopre che nel 2019 si potevano assumere venti infermieri ma in realtà ne sono stati assunti soltanto quattro. Ho, inoltre, proposto di attuare la mobilità per far rientrare personale sanitario lucano, attualmente fuori sede. Non è possibile che noi proponiamo soluzioni ma chi deve assumere non lo fa.

La stessa attenzione – conclude l’assessore - sarà riservata anche al personale medico, in particolare agli anestesisti. E’ stato bandito un concorso dall’Asm di Matera, per l’assunzione a tempo indeterminato di medici specialisti in anestesia, e pare siano giunte circa trenta domande di partecipazione». A conclusione della chiacchierata, l’assessore ha sottolineato il massimo impegno per tutte le strutture ospedaliere regionali ed ha annunciato che nei prossimi giorni farà il giro degli altri presidi della regione, ad iniziare da quello di Venosa. L’eccellente lavoro portato avanti da Leone per riformare e ammodernare la sanità lucana proseguirà adesso con, ancora, maggiore decisione.

 

Claudio Sole


ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor