logo bn ultimo

 

"Per noi fa solo piacere che l’assessore Gianni Rosa approfondisca la questione"

Il primo cittadino di Latronico, Fausto De Maria, attraverso un post sul suo profilo Facebook, ritorna a parlare dell’impianto di recupero dei rifiuti differenziati della cittadina termale: "Ho letto ieri da un comunicato stampa di un incontro tra l’assessore Gianni Rosa e i comitati che sarebbero ostili all’impianto di recupero dei rifiuti differenziati a Latronico. Non so cosa sia stato riferito alla riunione all’assessore Rosa e ai suoi funzionari ma per noi fa solo piacere che l’assessore approfondisca la questione. Più si approfondisce, e più diventa facile mostrare le finalità di questi “strumentalizzatori”, che sono rimasti ormai in pochi. Prima di tutto l’autorizzazione per l’esercizio non è stata ancora richiesta perché si stanno finendo giustamente le ultime pratiche per il rilascio del permesso a costruire. Comunque ci fa piacere pensare che adesso già si pensa all’esercizio, avendo preso ormai contezza forse degli atti e pareri per la realizzazione.

Comunque bisogna precisare che nel momento in cui sarà rilasciato il permesso a costruire, per l’autorizzazione all’esercizio, proprio per la tipologia di questo impianto, è prevista la procedura semplificata secondo gli art. 214 e art. 216 del D. Lgs. 152/2016, che significherebbe presentare A.U.A all’ente Provinciale. Quindi approfondire queste cose tecniche significa soltanto dimostrare ancora di più di cosa si parli e cioè di un semplice impianto di selezione e/o recupero dei rifiuti differenziati in due lotti di un’area artigianale realizzata 10 anni fa al contrario di quello che vanno raccontando in giro questi “comitati”. E sarà il modo, tramite l’assessore Rosa, di far capire l’importanza per l’ambiente e per la nostra regione di un impianto del genere che serve proprio per valorizzare e recuperare la raccolta differenziata per evitare di portare i rifiuti in discarica o in un inceneritore. Si chiama economia circolare, ed è il futuro dello sviluppo sostenibile. E soprattutto non si può paragonare alla questione di Guardia Perticara, dove in quel caso si tratta di un’ampliamento di una discarica, o ancora gli irriducibili dei comitati non hanno capito che non verrà realizzata una discarica???

PS. Poche ore fa sono stato invitato ad un’altra loro “caciara” in un’altra piazza del paese, purtroppo domenica allo stesso orario ho un importante incontro a Latronico sui nostri prodotti tipici. Per il confronto le porte del comune sono sempre aperte e possono avere tutti gli atti che cercano, se proprio non riescono a procurarli dai vari siti degli enti preposti. Dunque non c’è bisogno di invito ai loro show, e peraltro sono già stato anche su loro richiesta ad un confronto in tv e comunque quando vogliono, basta soltanto mettersi d’accordo prima per condividere giorno e orario. A proposito fate sapere a qualcuno che scrive su gruppo WhatsApp che io rispondo con parole mie, non con parole dell’avvocato dell’azienda, perché sono abituato a studiare e approfondire le questioni prima di aprire bocca proprio per non fare brutte figure, e rispondo non a nome dell’azienda, ma a nome dell’amministrazione comunale che vede questo impianto strategico all’obiettivo di rifiuti zero, presente nel programma elettorale e firmato nel 2013 con Rossano Ercolini".

 


ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor