Sesta tappa da Cassino a San Giovanni Rotondo di 238 chilometri

Il 25enne bergamasco Fausto Masnada (Androni Giocattoli – Sidermec) vince la sesta tappa del centoduesimo Giro d’Italia, da Cassino a San Giovanni Rotondo di 238 chilometri una delle più lunghe. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Valerio Conti (UAE Team Emirates) e José Rojas (Movistar Team). È stata la tappa del coraggio messo in campo da due giovani azzurri: Fausto Masnada che batte allo sprint proprio la nuova maglia rosa Valerio Conti. Primo successo azzurro di questo giro edizione 2019. Primoz Roglic arriva al traguardo con un ritardo di 7 minuti e 19 secondi ed è costretto a togliersi la Maglia rosa. Una tappa che si è animata fin dai primi chilometri con diversi tentativi di fuga. La tensione porta alla caduta dove sono coinvolti anche Roglic, Landa e Yates. La maglia rosa riporta qualche escoriazione ma riesce a rientrare, atteso con molto fair play dal resto del plotone. Le selezioni cominciano sulla salita di Casarinelle, 15 km che si fanno sentire sulle gambe e che provocano i primi gruppetti. Tra questi 13 uomini: Rojas, Amador, Peters, Serry, Plaza, Bagioli, Conci, Conti, Masnada, Carboni, Madouas, Oomen, Antunes. A 29 chilometri dal traguardo ci sono tre azzurri che si alternano nel gruppo. Masnada attacca con decisione, trovando la risposta di Conti. I due guadagnano rapidamente mezzo minuto sugli altri inseguitori, i quali non trovano accordo. Soltanto a 3 km dallo scollinamento Plaza riesce ad allungare, venendo poi ripreso da Rojas e da un generoso Carboni. Il terzetto si getta all’inseguimento della coppia di testa, mentre il gruppo maglia rosa molla la presa, facendo lievitare il distacco sopra i 7 minuti e rinunciando di fatto a difendere il primato nella generale.Ai 3,5 chilometri dall’arrivo, Masnada e Conti devono gestire 31″ su Rojas, Carboni e Plaza. Conti è già certo di andare ad indossare la Maglia Rosa. Agli ultimi 2 chilometri lo scatta di Masnada mette fine al duetto con Conti e va a vincere in 5 ore ,45 minuti, secondo Valerio Conti con appena 5 secondi di ritardo. Rivoluzione in classifica generale. Maglia Rosa Valerio Conti, secondo Giovanni Carboni della Badiani Csf. Nei primi 20 in classifica si possono annotare 7 italiani. Vincenzo Nibali al 14esimo posto con un ritardo di oltre 6 minuti. Domani settima tappa: Vasto –L’ Aquila di 185 chilometri e finale nelle zone colpite dal terremoto dell’aprile 2009.

Oreste Roberto Lanza


0
0
0
s2sdefault

sponsor

Sponsor