La collaborazione mira alla realizzazione di una serie di iniziative e alla costruzione di un coordinamento stabile 

Promuovere i valori dello sport e avvicinare giovani e nuovi appassionati al mondo della pallacanestro è il senso del progetto "Olimpia Junior", nato dall'accordo sottoscritto tra Olimpia Basket Matera e le società Virtus Matera e Pielle Matera, da sempre impegnate in ambito giovanile. La collaborazione tra le tre società mira alla realizzazione di una serie di iniziative e alla costruzione di un coordinamento stabile che permetta di ottimizzare risorse economiche ed umane, gestire al meglio gli spazi comunali e offrire agli atleti del territorio comunale un contesto formativo più avanzato, incrementando il settore giovanile. All'interno del progetto, i migliori atleti delle società giovanili saranno tesserati anche con l'Olimpia ed a disposizione dello staff tecnico biancazzurro per gli allenamenti settimanali e le gare di campionato, con la formula del doppio tesseramento, al fine di creare un sistema virtuoso che consenta un importante ritorno di immagine a tutte le società coinvolte.

L'Olimpia Basket metterà a disposizione i propri atleti ed il proprio staff tecnico quali testimonial delle attività giovanili e di minibasket proposte da Pielle e Virtus. Inoltre, ci sarà un impegno comune a valorizzare e promuovere l'attività sportiva nelle scuole, e gli eventi attraverso i propri canali informativi, nonché organizzare tornei di minibasket prima e durante l'intervallo delle gare ufficiali. Laddove possibile, infine, l'Olimpia Basket sarà inserita nei campi estivi, con il coinvolgimento di tecnici ed atleti della scorsa e della prossima stagione. "Grazie all'intesa e alla collaborazione con Virtus e Pielle, l'Olimpia parteciperà ai campionati giovanili e lancerà i suoi talenti in campo interregionale – spiega il presidente Rocco Sassone -. Si tratta di un progetto al quale teniamo particolarmente, perché ci consente di avvicinare sempre più persone alla pallacanestro e valorizzare i nostri giovani talenti in un'ottica di programmazione a lungo termine".

 

Silvia Silvestri