logo bn ultimo

 

Un goal per tempo con il vantaggio del Potenza raggiunto poi nella ripresa

Al Viviani Potenza- Teramo 1-1. Soltanto un anno fa, battendo per 1-0 proprio il Teramo al “Viviani” con un gol a tempo scaduto di Longo, il Potenza balzò da solo in testa alla classifica, posizione poi ribadita la settimana dopo con il blitz di Catanzaro, e mai più ritrovata. Era il 13 ottobre. Un anno ed otto giorni dopo, lo scenario è decisamente diverso: la squadra di Somma deve riscattare gli ultimi scivoloni di Foggia (2-0) e Terni (3-0), che hanno smorzato lo slancio iniziale, Teramo in testa alla classifica agganciato Bari e Turris. Palla al centro ,al 7’ padroni di casa che spingono sull’acceleratore, mentre gli abruzzesi restano in attesa nella propria metà campo: Di Livio, da solo davanti a Lewandowski, si fa respingere il tiro, ma l’arbitro ravvisa fuorigioco. Potenza che vuole il vantaggio: al 21‘ contropiede del Potenza con Cianci che prova a fare tutto da solo, ma spreca calciando alto. Lucani che insistono sulla trequarti avversari alla ricerca del goal che arriva proprio alla mezz’ora: 33′ a segno l’ex Cianci che riceve il lungo lancio di Coccia, entra in area e batte Lewandowski.

Potenza che ottenuto il vantaggio comincia con il possesso di palla, mentre gli abbruzzesi cercano di ricomporre le file e provano a ripartire. Primo tempo che finisce con il fallo del giocatore del Teramo Diakité che commette fallo su Coppola e viene ammonito. Vantaggio del Potenza per la prima frazione di gioco. Si torna in campo con il primo cambio per i lucani: dentro Iuliano per Sandri. Teramo che prova a frenare il Potenza che si chiude in difesa. Al 55’ il Potenza reagisce con Iuliano che con un destro a giro destro su calcio di punizione impegna il portiere ospite. Il Teramo non demorde e cerca il pareggio. Al 62‘ cross di Mungo per Pinzauti, difesa lucana è in affanno ma respinge. Somma corre ai ripari e effettua una seconda sostituzione nelle file del Potenza: dentro Di Somma al posto di Di Livio. Ma gli ospiti spingono fino ad arrivare al pareggio che arriva al 67’ con Pinzauti: Diakité ruba palla nella sua metà campo, avanza e lancia per Pinzauti, il quale realizza in rovesciata. Ancora un cambio nel Potenza al 79’:entra Ricci al posto di Cianci. Teramo che gioca per vincere e Potenza che si ritrae sulla linea di confine del proprio centrocampo. Al 83’ ci prova, per il Teramo, con il difensore Diakité sulla corsia mancina ma si ferma appena dentro l’area grande dei lucani. Quattro minuti di recupero e poi tutti sotto la doccia con il buon pareggio da parte del Potenza. Un punto per muovere la classifica. Molta intensità, poche emozioni. Nota positiva è stata l'esordio stagionale del Potenza davanti al pubblico amico con il Viviani aperto per 750 spettatori.

POTENZA-TERAMO 1-1

POTENZA CALCIO: (4-4-2): Marchegiani, Viteritti (90' Costa Pinto), Sandri (46' Iuliano), Conson, Coccia; Cainci (79' Ricci), Boldor; Salvemini (90' Baclet), Zampa, Di Livio (64' Di Somma); Coppola. A disp.: Santopadre, Panico, Romei, Compagnon, Lauro, Fontana, Volpe. All.: Mario Somma.


TERAMO CALCIO (4-2-3-1): Lewandowsky, Tentardini, Arrigoni Marocco, Mungo (63' , Bunino), Costa Ferreira (81' Cappa), Pinzauti, Ilari, Santoro, Diakitè, Piacentini, Iotti. A disp.: Valentini, Trasciani, Di Francesco, Celentano, Birligea, Di Matteo, Viero.
All.: Cristiano Lucarelli.

Arbitro: Francesco Carrione di Castellammare di Stabia ( Emilio Micalizzi di Palermo e Giuseppe Trischitta di Messina).

Marcatori: 33' Cianci (P), 67' Pinzauti (T)

Note:Ammoniti: 26' Sandri (P), 28' Coppola (P), 44' Diakitè (T), 45' Conson (P), 72' Costa Ferreira (T), 75' Cianci (P)
Recuperi: 0'pt , 4' st. Spettatori 639 dei quali 143 paganti e 496 abbonati.

 

Oreste Roberto Lanza


ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor