Un pareggio prezioso per i lucani che vale il primato in classifica

Allo Jacovone Taranto Az Picerno 1-1. Il Taranto ha fatto il possibile per vincerla e portarsi in testa, con tre partite da recuperare; tutto inutile. Bravi gli uomini di mister Ginestra che sono riusciti a gestire e ripartire con cognizione di causa. Lucani abbottonati in difesa con il 5-3-2 modificabile con il 4-3-3 nelle fasi di ripartenza. Taranto con il solito modulo tattico di mister Laterza ancorato al 4-3-3 con il funambolo esterno brindisino Falcone, alle spalle Tissone e Guido Abayan. Palla al centro, battono i lucani che in un’azione di rinvio della sfera si fanno vedere dalle parti del portiere jonico Ciezkowski. Al 4’ Taranto in vantaggio: palla in area lucana che arriva sui i piedi di Falcone che di sinistro da oltre 20 metri batte a rete nell’angolo basso destro del portiere Giuliani.

Pare la giornata del possibile e certo, ma bastano appena tre minuti ai lucani per pareggiare. Al 7’ punizione dal limite dell’area jonica per il Picerno, batte Pitarresi palla che arriva in area e tra tanti rimbalza la sfera è sui piedi dell’ex Ternana Albadoro che non ci pensa un attimo e di effetto manda la palla in rete. Gelo tra i giocatori del Taranto che non si abbattono e cercano con l’ex potentino Guaita e Marsili di riprendersi la scena ma senza esito alcuno. Picerno compatto in difesa e corto sulla linea di centrocampo attende nella propria area i tarantini per ripartire. Ma è il Taranto ancora a farsi vedere dalle parti di Giuliani. È l’8’ quando, da 35 metri circa, il Taranto batte una punizione ancora con Falcone, palla che di poco passa dai pali del portiere giuliani. Al 20’ ci prova il Picerno: punizione dal limite dell’area jonica, batte Pitarresi palla fuori di poco dalla porta del portiere jonico.

Due minuti dopo ancora Picerno, le lancette dell’orologio segnano il 22’ quando ci prova l’ex Zito la palla finisce in calcio d’angolo. Partita che si fa cogliere da qualche attimo di nervosismo a causa di un arbitraggio non al meglio delle proprie condizioni, a farne le spese è proprio l’allenatore del Taranto Laterza che viene espulso oltre la mezz’ora del tempo. Al 40’ Ancora il Picerno con un fraseggio al limite dell’area jonica tra Albadoro e il 21 Oyevale che di prima manda la palla sulla palla alta della traversa. Al 43’ Il Taranto ci prova con Rizzo che di testa sbaglia di poco il colpo fatale. Dopo tre minuti di recupero si va negli spogliatoi con il risultato di pareggio. Seconda frazione senza sostituzioni e con il Taranto che parte al gran galoppo: al 46’ dal limite Marsili fa partire un tiro bloccato con difficoltà da Giuliani. Al 51’ il Picerno Dettori dal limite fa partire un tiro che si spegne dalle parti della curva ospite. Al 70’ occasionissima per il Taranto: si invola sulla sinistra della tribuna centrale Guaita che crossa in area palla che finisce sulla testa del centravanti Abayan che di un soffio non manda la palla in rete. Al 72’ occasione anche per il lucano di mister Ginestra: diversi rimbalzi in area jonica permettono che la palla arrivi All’ex potentino Dettori che da qualche metro da Ciezkowski sbaglia la palla del vantaggio. L’ultima azione vera è del Taranto all’85’: calcio d’angolo di Marsili e colpo di testa di Abayan di poco fuori. Dopo quattro minuti di recupero si va sotto la doccia con un pareggio che va stretto al Taranto ma che fa media inglese per i Lucani e li proietta primi in classifica in coabitazione con il Casarano battuto dal Real Aversa. 

TARANTO-PICERNO 1-1

TARANTO 4231: Ciezkowski; Boccia, Guastamacchia, Rizzo, Ferrara; Marsili, Diaby (dal 93' Matute); Guaita (dal 88' Serafino), Tissone (dal 82' Santarpia), Falcone; Abayian. Panchina: Zecchino, Gonzales, Shehu, Marrazzo, Mastromonaco, Acquadro. All. Laterza.

PICERNO: Giuliani, Finizio, Pitarresi, Dametto, Zito (Dal 64' Guerra), D'Angelo, Dettori, Santarcangelo, Girasole, Oyevale, Albadoro (dal 86' Iadaresta). Panchina: Siani, Caiazza, Carnevale, Origlia, Ligorio, Orsi, Konè. All. Ginestra.

ARBITRO: Enrico Gemelli di Messina ( SimoneAsciamprener Rainieri di Milano e Manuel Marchese di Pavia)
Reti: 5' Falcone (T), 7' Albadoro (P)

NOTE: Ammonizioni: 49' Zito, 59' D'Angelo (P). 67' Marsili, 79' Rizzo, 90' Diaby (T); Espulsioni: 35 Laterza (all. T); Angoli 6-2; Recupero 3'-4'.

Oreste Roberto Lanza