logo bn ultimo

 

Nel corso della gara i padroni di casa hanno sbagliato anche un rigore

Al Viviani Potenza- Juve Stabia- 0-2. Nell’archivio dei ricordi delle due squadre, tra le tante, c’è quella del 1 giugno 1975 al San Nicola di Bari con circa diecimila stabiesi presenti in una gara che poteva valere l’accesso in Serie C. Quella gara la decise l’attaccante potentino Nicola Scarpa al minuto 113 a pochi minuti dalla fine del secondo tempo supplementare. Da non dimenticare ultima giornata del campionato di Serie D del 1976-77.Potenza letteralmente rinvigorito dalla cura di mister Fabio Gallo: in 11 gare ben 18 punti con una media punti di 1,63 a gara, il doppio rispetto ai due predecessori Somma e Capuano. Migliorata sensibilmente anche la media gol realizzati (1,45 a gara) e la media gol subiti (solo 1,09 a gara).Juve Stabia con 6 successi esterni consecutivi e 4 complessivi tra casa e fuori, il turno di riposo a disposizione ha svuotato solo in minima parte un’infermeria che annovera tuttora ben 8 elementi considerando anche il mancato recupero di Borrelli. Potenza con Mazzeo e Romero dal primo minuto, centrocampo con Bruzzo, Brucolo, Coppola, Coccia e il trequartista Ricci, difesa con Conson, Gigli e Zampa. Vespe con il 3-4-3 con Caldore e Mulè nella difesa a tre con il tridente offensivo Fantacci, capitan Marotta e Orlando. Pronti, via. Juve Stabia all’attacco da subito, aggredisce i lucani nel proprio centrocampo e al 9’ e 10’ il sacrificio in extremis del portiere Marcone salva la propria squadra da un possibile vantaggio. Ma le vespe incalzano gli uomini di mister gallo alla ricerca del vantaggio.

Al 14’ ghiotta l’occasione dei campani che con Mulè sbagliano da pochi passi dalla porta lucana un’occasionissima. Reagisce il Potenza dopo minuti dopo. Al 16’ è Bruzzo a mancare il tocco finale per insaccare la palla dopo il tocco Romero – Mazzeo. Ma è la Juve Stabia ha tenere bacco e a produrre più gioco con un Potenza che appare stanco e poco reattivo. Al 22’ Juve Stabia in vantaggio con Alessandro Marotta, nono goal stagionale: Orlando verticalizza per Marotta che dopo aver lasciato sul posto i difensori rossoblù insacca con un diagonale che non dà scampo a Marcone. Legittimo il vantaggio della squadra di Padalino che continua a pressare il Potenza con delle falde che si aprono sulla parte sinistra del campo gestita da Coppola che non riesce a trattenere prima Rizzo e poi Orlando. Potenza che si fa vedere al 27’, Mulè perde palla a centrocampo recupera Ricci palla a Mazze che da distanza non è pronto al tiro verso il portiere Faraoni ex Matera. Al 34’ Juve Stabia raddoppia: dalle retrovie Barardocco pennella una palla per il sinistro di Francesco Orlando che fa partire un tiro verso sinistra con parabola discendente, nulla da fare per Marcone. Al 39’ Potenza con Coccia che crossa per la testa di Romero palla fuori dalla porta degli ospiti. Un minuto dopo uno scambio stretto Ricci –Mazzeo, tiro di quest’ultimo palla fuori. Senza nessun recupero si va negli spogliatoi con il vantaggio della Juve Stabia. Ripresa con due sostituzione nel Potenza: Di Livio per Bucolo e Nigro per Bruzzo.

 

Cambio tattico a centrocampo e Salvemini al posto di Mazzeo e Baclet al posto di Romero per cercare di riprendere la partita. Al 60’ ancora due sostituzioni Salvemini per riprendersi la partita. Occasione per accorciare per il Potenza al 72’: Gigli cade in area di rigore dove essere stato tirato per la maglietta da un difensore della Juve Stabia, rigore. Dal dischetto Baclet si fa parare la sfera da Farroni. All’85’ occasione ancora per la Juve Stabia con Bovo appena entrato in campo. Questa ultima azione di rilievo e dopo 4 minuti di recupero si va negli spogliatoi. Giornata nera per il Potenza, per oltre un tempo e mezzo dominato dalla Juve Stabia. Unica possibilità di riaprire l’incontro per gli uomini di Gallo al 72’ con il rigore di Baclet parato da Farroni. Poi il buio. In classifica nulla è pregiudicato per la salvezza dopo i risultati odierni. Domenica Potenza a Catania, altro incontro difficile

POTENZA-JUVE STABIA 0-2

POTENZA: Marcone, Conson, Coccia , Romero (64' Baclet), Ricci (69' Volpe), Mazzeo (64' Salvemini), Gigli, Zampa, Coppola , Bruzzo (46' Di Livio), Bucolo (46' Nigro).
A disp: Santopadre, Brescia, Noce, Panico, Sandri, Fontana, Cavaliere. All: Fabio Gallo.

JUVE STABIA: Farroni, Rizzo (81' Elizalde), Scaccabarozzi, Marotta (VK), Orlando (70' Ripa), Mulè, Barardocco, Troest , Vallocchia (81' Bovo), Caldore, Fantacci (56' Garattoni). A disp: Lazzari, Gianfagna, Iannoni, Suciu, Oliva. All: Pasquale Padalino.

Arbitro: Luca Zufferli di Udine( Claudio Gualtieri di Asti e Mattia Massimino di Cuneo)
Marcatori: 22' Marotta (J), 34' Orlando (J)
Note: Al 72' Farroni para un rigore di Baclet; Ammoniti: 56' Coppola (P), 91' Salvemini (P), 92' Ripa (J) ;Recupero: 0' pt, 4' st.

 

Oreste Roberto Lanza


ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor