Al Viviani Potenza- Catanzaro 1-5. Finisce dopo 38 partite, tra campionato coppa e poule scudetto, l'imbattibilità del Potenza al Viviani. Giornata nera per i lucani potentini che incassano un secco 1-5 inflitto da un grande Catanzaro. Incontro che si chiude già nel primo tempo con Eklu (C) 8', Maita (C) 11', Fischnaller (C) 45' e pur rimanendo in 10 dal 37' con l'espulsione del primo marcatore giallorosso Eklu ha macinato gioco e incrementato il proprio bottino con la doppietta di D'Ursi. Potenza che ha cercato in tutti i modi di giocarsela contro gli ospiti calabresi che alla fine hanno dimostrato di essere nettamente superiori probabilmente anche per la categoria. Diverse le sostituzioni effettuate dal mister lucano Raffaele senza provocare nessuna inversione di tendenza nel gioco. Primo tempo nettamente Catanzaro con i lucani potentini a cercare di contenere e ripartire. Subito due prodezze individuali di Eklu e Maita del Catanzaro. Entrambi autori di due pregevoli marcature tra il 9′ ed il 10′ minuto. Due tiri da fuori area, il primo dal centro sinistra di sinistro, il secondo da centro destra di destro, il primo con una palla morbida di precisione ed il secondo di potenza, che non hanno lasciato alcuno scampo a Ioime.  Il Potenza prova a reagire al doppio svantaggio forte del pubblico che oggi ha riempito il Viviani, ma l’occasione per fare il tris capita sui piedi di Kanoute ma Ioime sventa di piede. Ripresa Potenza attacca ed il Catanzaro attende al limite dell’area per poi ripartire in contropiede. Sfiora il vantaggio con una ripartenza condotta da Kanoute che però sbaglia l’ultimo passaggio, ma ci riesce ben due volte con D’Ursi ed entrambe le volte è gol. La prima su rigore al 61′ quando lo stesso D’Ursi dribbla Ioime che lo atterra, ed il Signor Miele pur decretando il calcio la penalty commina solo il giallo per il portiere di casa. La seconda al 67′ quando parte in contropiede sulla sinistra e trafigge con un diagonale il portiere di casa. Cinque a zero e partita in ghiaccio. La reazione del Potenza si è concretizzata miseramente con il goal della bandiera di Di Somma. Arriva proprio al momento giusto il riposo di campionato. Infatti il prossimo incontro difficilissimo con il Monopoli prima dell'atteso ritorno al Viviani con la capolista Juve Stabia. Il Potenza ritroverà sicuramente le proprie energie.


POTENZA: Ioime; Dettori (65' Piccinni), Strambelli (74' Genchi), Coccia, França, Giron (45' Salvemini), Sales (86' Matino), Coppola (65' Matera), Emerson, Di Somma, Guaita. All.: Raffaele.
A disposizione: Breza, Mazzoleni, Panico, Caiazza, Pepe, Giosa, Leveque.


CATANZARO: Furlan; Maita, Celiento, Nicoletti, D'Ursi (88' Lame), Statella, Favalli (40' Nikolopoulos), Eklu, Kanoute (70' Giannone), Fischnaller (70' Repossi), Figliomeni. All.: Aprile.
A disposizione: Elezaj, Mittica, Ciccone, Signorini.


Arbitro: Gianpiero Miele di Nola(Daisuke Emanuele Yoshikawa e Giorgio Rinaldi).
Marcatori: Eklu (C) 8', Maita (C) 11', Fischnaller (C) 45', rig. D'Ursi (C) 60', 67', Di Somma (P) 69'.
Ammoniti: Maita (C), Ioime (P), Sales (P), Nikolopoulos (C), Matera (P),D'Ursi (C).
Espulsi: Eklu (C) 37'.
Recupero: 5' pt e 4' st.
Note:. Spettatori circa 4.300 di cui 4.031 paganti


Oreste Roberto Lanza
 

 

0
0
0
s2sdefault