logo bn ultimo

 

Coldiretti ha evidenziato che nonostante il gran caldo, le uve si presentino sane e di buona qualità

La produzione vinicola della Basilicata, per il 2022, si annuncia superiore del dieci per cento rispetto a quella della passata stagione: è quanto ha reso noto la Coldiretti Basilicata, alla luce del report Ismea-Assoenologi-Uiv, e confermando le previsioni fatte, nei giorni scorsi, dai produttori vinicoli iscritti alla confederazione lucana.

 

Coldiretti ha evidenziato come, nonostante il gran caldo, "le uve si presentino sane e di buona qualità e con un quantitativo superiore al 2021". E procede bene anche la maturazione dell'Aglianico del Vulture, per il quale - ha concluso Coldiretti - "si registra uno stato sanitario ottimale, salvo qualche rara zona colpita dalla tignoletta della vite, una buona produzione in termini quantitativi ed eccellente in termini qualitativi".