A Maratea pronti ad aprire in totale sicurezza le strutture ed attività già dalla metà di maggio

L’attribuzione della Bandiera Blu a Maratea (Santa Teresa/Calaficarra, Macarro/Illicini/Nera, Castrocucco/Secca di Castrocucco, Acquafredda) rafforza la scelta che come operatori turistici stiamo sostenendo a fianco del Dipartimento Attività Produttive della Regione per rilanciare la Basilicata turistica nei mercati nazionale e internazionale presentandoci principalmente come destinazione “green” e “sicura”. E’ il commento di Biagio Salerno, presidente Consorzio Turistico Maratea, aggiungendo che “qualità dell’ambiente e sicurezza sanitaria sono le carte principali che intendiamo giocare per salvare la stagione che sta per iniziare.

 

Noi albergatori e titolari di imprese dell’accoglienza, della ristorazione, del commercio e dei servizi siamo pronti a Maratea per aprire le nostre strutture ed attività già dalla metà di maggio. E in proposito vanno sottolineate le iniziative delle associazioni che si prodigano alla pulizia del territorio cittadino, come è avvenuto ieri nell’area del porto e nei giorni scorsi lungo tratti di spiagge. Sono la riprova di un forte attaccamento a Maratea e di una passione civica che sono da stimolo per tutti”. Per il Presidente del Consorzio “c’è bisogno principalmente della accelerazione della campagna vaccinale in uno con misure di tracciamento dei turisti, di azioni di sostegno e ristoro e di una campagna di promozione sui mercati interregionali e nazionali affidando a Consorzi ed associazioni di categoria compiti e funzioni rilevanti.

 

E’ doveroso da parte di tutti gli operatori lucani – continua Salerno –il riconoscimento all’assessore Francesco Cupparo del forte impegno profuso a favore delle imprese del turismo e che a breve produrrà l’approvazione di un Piano di rilancio della filiera turistica regionale che per aspetti innovativo non è mai stato realizzato prima. L’auspicio è che serva a stimolare le Amministrazioni Locali ad adoperarsi tempestivamente e come ha fatto Cupparo in stretta sinergia con gli operatori. Siamo convinti – conclude – che sindaco e Amministrazione di Maratea per salvare la stagione e mettere le basi del completo rilancio si adopereranno in tal senso”.